Annunci

L’alta pressione perde colpi. Vittorio Scrivo della Limet spiega come usciremo dall’allerta

<Prime deboli infiltrazioni atlantiche minano il tessuto anticiclonico, determinando un crescendo dell’instabilità atmosferica sul nord-Italia e sulla Liguria> lo dice Vittorio Scrivo dell’associazione ligure di meteorologia Limet che aggiunge <L’estesa figura altopressoria, responsabile dell’intensa ondata di calore che ha impegnato l’Italia nelle ultime settimane, va progressivamente indebolendosi, pressata da un flusso di umide correnti atlantiche dal ritrovato vigore. Sulla nostra regione, le prime avvisaglie, in tal senso, si sono manifestate negli ultimi due giorni, attraverso, dapprima un rinforzo delle brezze marine, a motivo di una generale flessione delle temperature massime (e di un incremento dei tassi di umidità relativa), poi nella comparsa, timida, invero, della cara e vecchia maccaja durante le ore serali sulle balconate costiere centro-occidentali. Altro elemento indicativo è stata l’accentuazione della cumulo-genesi durante le ore centrali, che seppur relegata al più profondo entroterra, ha dato vita a fenomeni temporaleschi anche di una certa intensità>.

Sulla questa linea, continua Scrivo, si porrà il dì odierno, tra sole, nubi e qualche isolata nota di instabilità sui rilievi. Instabilità che, sul far della sera, ma ancora più tra la notte ed il primo mattino di domani, venerdì 9 agosto, potrà osare di più, specie tra savonese e genovese, complice un pur modesto abbassamento dei geopotenziali (che ricordo indicare l’energia necessaria che occorrerebbe impiegare contro la forza di gravità per portare una massa d’aria unitaria dal suolo ad una determinata altezza) e la contestuale infiltrazione nel tessuto anticiclonico di correnti oceaniche relativamente fresche. Secondo l’esperto, la ventilazione si manterrà in prevalenza debole, a regime di brezza, sulle riviere, vivace, invece, al di là dello spartiacque principale, ove le raffiche potranno raggiungere i 25/30 km/h. Buone le condizioni del mare, che si presenterà in prevalenza poco mosso, da ponente a levante, sia sotto-costa che a largo. Il tutto inserito in un quadro termico ancora piuttosto “esuberante” per il periodo, ma certamente non ai livelli di qualche giorno fa: le temperature massime si attesteranno grossomodo tra +27 e +33°C. Stabile sui 4000 metri lo zero termico.

Per l’inizio della prossima settimana è attesa una vasta saccatura depressionaria che porterà maltempo e metterà fine alle condizioni di disagio che stiamo vivendo. Chi vuole saperne di più può consultare gli aggiornamenti sul sito dell’associazione ligure di meteorologia Limet.

 

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Un pensiero riguardo “L’alta pressione perde colpi. Vittorio Scrivo della Limet spiega come usciremo dall’allerta

  • 9 agosto 2018 in 8:42
    Permalink

    Bene, molto belle le figure poetiche associate alla meteorologia, poi bisognerebbe aggiungere una traduzione per rendere tutto più comprensibile anche ai non addetti ai lavori…

    Risposta

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Annunci
Annunci
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: