Annunci

Qui!Ticket, ora sul caso buoni pasto indaga il pool reati economici della Procura

Il pool reati economici della Procura di Genova ha acquisito i decreti ingiuntivi dei creditori, i molti titolari di bar e ristoranti che disperano di vedere convertiti in denaro i buoni pasti Qui!Ticket che da mesi non vengono rimborsati. Per molti di loro, soprattutto quelli più vicini agli uffici che hanno una grande affluenza di personale che pranza coi buoni sostitutivi di mensa, potrebbe significare la chiusura. Ci sono pubblici esercizi esposti per migliaia di euro. Ci sono lavoratori che hanno in mano ancora molti buoni pasto che ormai nessuno ritira più e che sono un’integrazione del salario che è ormai carta straccia. C’è poi la situazione dei dipendenti di Qui!Group. A non ricevere lo stipendio puntuale, questo mese, sarebbero anche dipendenti di altre società del Gruppo. Intanto Consip, stazione appaltante per la pubblica amministrazione, ha già sostituito il fornitore di buoni pasto. A rischio ci sono i 700 lavoratori del gruppo, i pubblici esercizi con i crediti più importanti, il diritto dei lavoratori (tra i quali quelli della pubblica amministrazione che distribuiva i buoni Qui!Ticket che aveva vinto l’appalto con un ribasso spaventoso) ad ottenere il rimborso. Lorella Fontana, capogruppo della Lega in consiglio comunale, ha presentato un’interrogazione per sapere cosa intenda fare l’Amministrazione per risarcire i propri dipendenti.
Ora su tutta la vicenda indaga il sostituto procuratore Patrizia Petruzziello.

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Annunci
Annunci
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: