Annunci

Sulla Rotta del Corallo. L’avventura tabarkina ricomincia dal Municipio Ponente

A seguito del trattato siglato nel 1535, il Re di Spagna Carlo V ottenne dal Sovrano di Tunisi il diritto di occupare l’isola di Tabarca e parte della costa al fine di esercitarvi l’attività di pesca e commercio del corallo. L’Imperatore spagnolo per effetto di un accordo con la famiglia Lomellini di Pegli, diede in concessione a quest’ultima la stessa isola. Sulla base di questo accordo nel 1543 i Lomellini condussero sull’isola i pescatori pegliesi fondando così, per una durata di 200 anni, l’insediamento che darà vita a quella che ora noi chiamiamo “Epopea Tabarchina” perché nel corso di quasi 500 anni, dopo varie traversie e tribolazioni, il popolo tabarchino è riuscito a mantenere inalterati i suoi usi, costumi, tradizioni e lingua.

Domani, alle 10,30, presso il salone del palazzo municipale di Pegli in via Ignazio Pallavicini, sarà presentato il progetto “Sulla rotta del corallo. Ricomincia l’avventura!”

Il Circolo Culturale Norberto Sopranzi e l’Associazione Pro Loco di Pegli, su impulso di Enrico Ottonello Lomellini di Tabarca, intendono promuovere a sostegno della proposta all’Unesco la “Rievocazione Storica” della traversata del Mediterraneo compiuta dai pescatori pegliesi nel 1543. Nel periodo compreso tra il 22 giugno e il 14 luglio 2019 verrà organizzata una traversata in barca a vela, utilizzando il ketch “Camilla Negra” (di proprietà di Giorgio e Massimo Allegretti) e una barca di appoggio. Non si esclude, qualora fosse possibile realizzarla, la navigazione in flottiglia. Il viaggio prenderà il via dal mare di Pegli per giungere a Tabarca e risalire poi, prima del rientro alla base, sino alle Isole di San Pietro e Sant’Antioco, ripercorrendo le rotte seguite prima dai pescatori pegliesi e poi dai loro discendenti diventati tabarchini. La traversata, di circa 1000 miglia nautiche, avverrà su un arco di tempo variabile, in funzione delle condizioni meteomarine, e vedrà impegnati due equipaggi composti da 10-12 persone. Gli scali intermedi verranno effettuati in porti, soprattutto nel caso della Corsica e Sardegna, che hanno vissuto una storia di sovranità genovese.

ATTIVITÁ COLLATERALI INTEGRATE NEL PROGETTO

EVENTO INTERNAZIONALE “HORSE PAINTING”

Nell’estate 2018 avrà inizio la quarta edizione di HORSE PAINTING, un evento equiartistico della durata annuale che include storia, cultura, belle arti, bambini, salute e tanta solidarietà. Un’attività interattiva integrata che fa parte delle campagna di sensibilizzazione sociale promossa dal Centro Ippico Mahdia, ubicato nell’omonima città costiera della Tunisia e gestito dalla Marchesa Gabriella Incisa di Camerana. L’evento internazionale HORSE PAINTING è un’attività basata sul gioco, l’arte ed i cavalli in cui grandi e piccini, artisti e neofiti, vengono messi in condizione di interagire in maniera divertente, stimolante e poliedrica. Il materiale artistico sarà realizzato su coperte tele in jeans blu.

L’integrazione tra i due progetti ha il fine di dare non solo risalto ad entrambi, ma anche di promuovere il turismo culturale nonché quello sportivo, ippico e nautico; di rafforzare i legami tra le due sponde del Mediterraneo, in particolare tra Italia e Tunisia

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Annunci
Annunci
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: