Annunci

Servizi anti alcol e degrado, Garassino ringrazia Questore e Prefetto e invita Ornano e Vergassola a fare da testimonial contro l’abuso e per i carruggi

I due comici avevano ironizzato sulle pagine di un quotidiano sulle due ordinanze, quella sulla movida e quella contro l’alcol di giorno. <Non si tratta di “una birretta”, ma, in un caso di un problema di percezione di sicurezza negativa che danneggia la vivibilità e le attività commerciali sane della zona e nell’altro creano un danno all’opera fatta da tutti coloro, noi compresi, che lottano contro l’alcolismo giovanile per la salute dei ragazzi. Vengano con noi fare campagna contro l’etilismo giovanile per la salute dei ragazzi e a promuovere il centro storico>

Controlli nella zona dell’ordinanza, l’assessore Garassino ringrazia il questore Sergio Bracco e il Prefetto Fiamma Spena per l’impegno della polizia oltre alla <nostra super polizia locale>, sottolineando come <quando le istituzioni collaborano si riesce ad ottenere un ottimo risultato>. Qui il servizio sull’intervento di ieri, coordinato dal Commissariato Centro e a cui hanno partecipato anche il reparto di polizia amministrativa e sociale della Ps, la polizia locale e la guardia di finanza.
<Ringrazio Questore e Prefetto – dice Garassino – perché qui bisognava mettere mano alla situazione alla svelta e in maniera decisa e veloce e così è stato>. L’assessore spiega che l’ordinanza movida e l’ordinanza alcol per il giorno sono due misure profondamente diverse, che rispondono a situazioni profondamente differenti. Per la movida, l’emergenza è rappresentata dall’aumento dell’alcolismo nei giovani, <fenomeno preoccupante che stiamo affrontando andando nelle scuole a spiegare, insieme a Gianni Testino, presidente della Società Italiana di Alcologia, questo perché dai pronto soccorso ci arrivano segnalazioni a proposito del gran numero di ragazzi che nelle notti del fine settimana arrivano in ospedale in condizioni disastrose, come segnala il primario del ps del Galliera, Paolo Cremonesi>, mentre per quanto riguarda Sottoripa, si tratta di persone adulte non di rado con numerosi precedenti penali alle spalle, violente, in qualche caso anche dedite al consumo di sostanze stupefacenti che rendevano “invalicabile” il confine tra Porto Antico e centro storico, abbattendo la percezione di sicurezza e allontanando genovesi e turisti.

Una delle frequenti risse in Sottoripa

<È per questo – dice Garassino – che mi ha stupito l’intervento di due comici, Antonio Ornano e Dario Vergassola che con la “leggerezza” della satira hanno fatto di tutte le erbe un fascio, accomunando i provvedimenti, non prendendone in considerazione le ragioni, addirittura sottovalutando il messaggio negativo che due persone note e apprezzate dall’opinione pubblica possono così trasferire ai giovani. In entrambi i casi, comunque, non si tratta di “una birretta”, ma, in un caso di un problema di percezione di sicurezza negativa, segnalata anche dalle pagine web che riportano le impressioni dei turisti, danneggiando così le attività commerciali sane della zona e quelle del retrostante centro storico oltre che il turismo in generale e la vivibilità per gli abitanti, nell’altro creano un danno all’opera fatta da tutti coloro, noi compresi, che lottano contro l’alcolismo giovanile per la salute dei ragazzi, a volte giovanissimi, che si ubriacano nella movida>.

<Chiedo ufficialmente a Ornano e Vergassola – conclude Garassino – di spogliarsi da ogni preconcetto ideologico, di prendere atto delle situazioni come sono in realtà, sotto gli occhi di tutti, e di aiutarci nel lavoro di consapevolizzazione ed educazioni dei giovani che punta a strapparli alle conseguenze dell’etilismo sulla loro salute e a promuovere un centro storico più bello, pulito, sicuro e, soprattutto, vivibile>.

 

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Annunci
Annunci
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: