Annunci

Spacciatore aggredisce i poliziotti nell’ex Ghetto. Un’abitante: “Sanguinanti, chiedevano di chiamare i colleghi”. Arrestato l’energumeno

A raccontare come siano andate le cose è una residente, tra le tante persone che da tempo sottolineano coma la situazione dell’ex ghetto ebraico, dopo qualche mese di tregua dovuta ai controlli più frequenti, stia precipitando. L’abitante racconta di aver assistito, in piazza Don Gallo, all’aggressione di due poliziotti da parte di quello che lei definisce “spacciatore africano”. Si trattava di un cittadino nigeriano di 26 anni che, in effetti, ha diversi precedenti per spaccio di stupefacenti. Ieri non aveva droga addosso, vista la reazione, è probabile che fosse nascosta da qualche parte nella piazza, magari in uno dei vasi delle piante sistemate nella piazza dalla presidente dell’associazione Princesa Rossella Bianchi. Purtroppo, accade spessissimo. Gli agenti del commissariato di Pre’ gli hanno chiesto i documenti, lui prima ha cercato di scappare a ha reagito con la violenza. La testimone racconta di due agenti che a fatica riescono a non soccombere definitivamente al colosso: <Pur stremati, atterrati e sanguinanti e, soprattutto, indeboliti dalla forza sovrumana dello spacciatore, nonostante le continue percosse i due poveri poliziotti non mollano la presa – racconta la testimone -. Ad un certo punto iniziano a chiedere aiuto, supplicando i presenti, quasi tutti africani, di chiamare i colleghi>. La donna telefona e dopo 10, lunghissimi, minuti i poliziotti arrivano e l’uomo viene finalmente arrestato, anche grazie allo spray al peperoncino al quale uno di loro, alla luce della situazione, decide di ricorrere. Il nigeriano viene arresto per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. I due agenti, soccorsi dai colleghi della volante dello stesso commissariato Pre’, portati in ospedale hanno ricevuto una prognosi di 7 giorni il primo e di 8 l’altro. Tutto è successo in una zona che ormai è piena di turisti (di un’altra cittadina è la foto sotto, in cui si vede una famigliola di francesi che improvvisa un picnic), ma purtroppo anche di spacciatori (l’area è luogo di scontro tra nord e centro africani per il controllo del mercato dello spaccio), ubriachi o persone che piazzano in un angolo a consumare hashish o crack mentre, soprattutto d’estate, dall’altra parte della piazza, gli abitanti del luogo si riuniscono a fare due chiacchiere. I controlli ci sono (come quelli di ieri), ma la coperta è corta e quando esce l’emergenza in un’altra zona (recentemente è stata Sottoripa, ma a ruota sono Pre’ o la Maddalena) si allentano un po’, perché gli uomini non bastano a coprire puntualmente tutto. Certo è che gli abitanti o, almeno, gran parte di loro, non lasciano correre e si rivolgono puntualmente alle forze dell’ordine. Proprio da piazza Don Gallo è arrivata, qualche tempo fa, la prima chiamata alla app della polizia YouPol.

 

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

Annunci
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: