Annunci

Pesto, per la nomina Unesco compromesso storico della politica. Ma il campionato lo vince un lombardo

Regione e Comune di centrodestra e Municipi, persino quelli “rossi”, collaborano alla raccolta firme per sostenere la candidatura del pesto genovese al mortaio a bene immateriale dell’Unesco, ma il titolo di Campionato mondiale di pesto al mortaio lo vince un quarantenne di Garbagnate Milanese da anni nella nostra città

Il pesto dei pesti è quello di Emiliano Pescarolo di Garbagnate Milanese, che però vive a Genova. Il quarantenne lombardo è ormai così tanto genovese da aver azzeccato anche la giusta quantità di aglio sotto il pestello, tanto da aggiudicarsi la settima edizione del Campionato mondiale di pesto al mortaio la cui finale si è disputata oggi nel Salone del Gran consiglio di Palazzo Ducale, nel quadro della giornata dedicata alla salsa fredda più famosa al mondo. Un evento così sentito dai genovesi da aver contagiato tutti sui social e da aver visto schierati tutti dalla stessa parte i politici di ogni orientamento, Il Comune e i Municipi, anche quelli di diverso colore rispetto alla giunta di Tursi e a quella regionale.

 

 

<Sono state più di 5.000 le firme raccolte oggi a Genova per sostenere la candidatura del pesto genovese al mortaio a bene immateriale dell’Unesco. Lunghe file di cittadini nel corso della giornata si sono create sia davanti alla Sala della Trasparenza nel palazzo della Regione Liguria che a Palazzo Ducale, dove hanno firmato i registri messi a disposizione. La richiesta da presentare all’Unesco del pesto come bene dell’Umanità ha unito turisti, bambini e famiglie> dicono in Regione.

Dopo il successo della “pestata collettiva” questa mattina nell’atrio di Palazzo Ducale che ha visto centinaia di persone cimentarsi con mortaio e pestello, e la premiazione nel Salone del Maggior Consiglio del vincitore del Campionato Mondiale del Pesto, Emiliano Pescarolo, grande festa in piazza con il gelato al basilico offerto ai cittadini alla presenza del Gabibbo e della velina Mikaela Neaze Silva in arrivo direttamente da Striscia la Notizia.

E domani si prosegue in 90 comuni della Liguria con “pestate collettive” e assaggi di specialità liguri rigorosamente a base di pesto, durante le quali sarà possibile continuare a firmare la petizione promossa da Regione Liguria a sostegno della candidatura Unesco.

“Oggi a Genova c’è stato grande entusiasmo – ha sottolineato il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti – grazie agli eventi costruiti intorno ad un’antica tradizione come quella del pesto al mortaio che ha unito moltissimi cittadini pronti a firmare la petizione che abbiamo proposto e che potrà essere firmata anche domani in molti altri Comuni liguri. Qui oggi sono state premiate le qualità della nostra regione: la bontà degli ingredienti, la nostra gastronomia, l’agricoltura ligure, la manualità mostrata dai nostri campioni e la bellezza della nostra terra che dobbiamo rivendicare con orgoglio, insieme alle nostre tradizioni e al nostro saper fare”.

Un bel contributo lo ha dato anche il Municipio “rosso” del Ponente, patria del basilico.

<Nonostante il tempo abbiamo raccolto settecento firme – dice Matteo Frulio, assessore del parlamentino di Voltri Pegli e, appunto, Pra’ – La pioggia non ha demoralizzato né i volontari né i curiosi.  È stato bello vedere che, in piazza Sciesa a Pra’ erano presenti associazioni di tutto il ponente, Voltri, Pra’ e Pegli che, con il brutto tempo si sono scambiati attrezzature e stand per garantire comunque la realizzazione della gara al mortaio. Il Municipio e le associazioni, assieme ai produttori del territorio si sono uniti per realizzare l’evento. Un ringraziamento va a tutti i volontari ma anche al personale del Municipio dedicato, presente tutto il giorno assieme alla protezione civile. Ben due sono state le gare al mortaio, a cui si sono aggiunte musica, numerose teglie di degustazione di trofie al pesto>.
Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Annunci
Annunci
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: