Annunci

Bolzaneto, sperona una volante. Dopo l’inseguimento, la polizia arresta il pericoloso ricercato. Ha solo 17 anni

Per fuggire, a bordo di una Nissan Primera, il ragazzo ha anche travolto 5 auto e un motociclo il cui guidatore è finito in ospedale, per fortuna senza gravissime conseguenze

Non poteva farla franca per sempre. Eppure lo cercavano da mesi, prima che oggi pomeriggio, in via Polonio, a Bolzaneto, combinasse un quarantotto speronando l’auto delle Volanti quando si è accorto che i poliziotti lo avevano riconosciuto. Per tentare di sfuggire, ha anche travolto altre 5 auto e anche uno scooter il cui passeggero, per fortuna, non è grave. Ha rischiato grosso, ma i medici del pronto soccorso dicono che se la caverà in una settimana.

Marco Calì, capo squadra mobile

Si tratta di un minorenne, diciassettenne, rom che, spiega il capo della squadra mobile della questura Marco Calì, ha a carico 2 ordinanze di custodia cautelare e un ordine di cattura perché deve scontare 10 mesi di reclusione per furti e rapine>. Un curriculum davvero imponente per un ragazzo così giovane da non avere nemmeno ancora la patente. Eppure guidava eccome. Proprio alla guida di un’auto, una Nissan Primera, lo hanno visto gli agenti delle Volanti che si sono trovati, oggi, verso le 15, fermi a un semaforo in via Polonio. La sua faccia era nota per le foto segnaletiche che tutti gli agenti conoscevano, perché si sapeva che il giovane gravitava in zona. Come lui si è reso conto di essere stato riconosciuto, invece di fermarsi, ha ingranato la marcia infliggendo all’all’auto della polizia danni tali che questa non ha potuto proseguire la marcia mentre il giovane rom travolgeva con la sua Nissan tutto quello che gli si parava davanti per trovare una via di fuga. È stato fermato dagli uomini della squadra mobile, mentre tutte le forze disponili della Questura stavano in zona, anche per evitare che proseguendo la sua folle corsa il ragazzo facesse del male ad altre persone. alla fine, gli agenti sono riusciti a bloccarlo e arrestato. <Sul sedile del passeggero – prosegue Calì – c’era  un ragazzo di 13 anni, suo lontano parente che, avendo meno di 14 anni, non è nemmeno perseguibile>. Era già alla “scuola” peggiore possibile. Infatti è già stato segnalato, appena una settimana fa, per la spaccata a una tabaccheria cittadina effettuata mandando in frantumi la vetrina con un tombino. Sarà affidato ai genitori come prescrive la legge.
Il diciassettenne, invece, <è stato denunciato per un’infinità di reati: danneggiamenti, lesioni, resistenza a pubblico ufficiale, guida senza patente>. Tutto si aggiungerà al suo “curriculum”, già piuttosto sostanzioso.

 

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: