Annunci

Venerdì il consolato del Peru’ ricorda il grande ammiraglio Seminario a Belvedere Firpo

In occasione del 196° anniversario della creazione della marina da guerra del Perú e del 138° anniversario del glorioso combattimento navale di Angamos, cerimonia di omaggio floreale davanti al monumento del Grande Ammiraglio del Perú, Don Miguel Grau Seminario che avrà luogo venerdí 6 ottobre 2017, 10, presso il Belvedere Firpo a Boccadasse.
Il grande ammiraglio e capitano di vascello Miguel María Grau Seminario, nato a Piura, il 27 luglio 1834 e deceduto nell’Oceano Pacífico l’8 ottobre 1879, militare peruviano, viene ricordato come “il Cavaliere dei Mari” per le sue imprese storiche e nel 2000 è stato riconosciuto, per voto popolare, “Peruviano del Millennio”. Nel 2005, in suo onore la Repubblica peruviana ha eretto un busto nel quartiere di Boccadasse, per la sua somiglianza ai borghi di pescatori di Piura, città natale dell’eroe peruviano.
 In questa importante commemorazione saranno presenti: l’Ambasciatore del Perú in Italia, Luis Iberico Nuñez, il Console Generale del Perú a Génova, Alejandro Ugarte Valerde, il contrammiraglio José Luis Puente Arnao Arnaiz, importanti rappresentanti diplomatiche dei paesi latinoamericani, don Gelindo Miolo della Chiesa di Sant’Antonio da Padova di Boccadasse che benedirà la corona in onore di Grau e a nome dell’ammiraglio comandate dell’Accademia Navale, il contrammiraglio Pierpaolo Ribuffo, presenzierà  il capitano di fragata Giovanni Saverino.
La celebrazione si chiuderà con il ballo tradizionale del Perú “La Marinera” della scuola Tierra del Sol di Genova.

LA STORIA
La guerra del Pacifico fu un combattuta tra il Cile e le forze alleate di Bolivia e Perù dal 1879 al 1884; è anche conosciuta come guerra del salnitro. A metà del XIX secolo il deserto di Atacama aveva acquistato un grande valore economico dovuto, prima, alla scoperta di grandi giacimenti di guano, in seguito a quella di giacimenti di salnitro. Il controllo del territorio e lo sbocco al mare erano quindi fondamentali per lo sfruttamento.
All’inizio della guerra era evidente che prima di qualsiasi operazione militare in un terreno tanto impervio quanto il deserto di Atacama, era necessario conquistare il controllo dei mari.
La potenza della flotta cilena si basava sulle fregate blindate gemelle Cochrane e Blanco Encalada, di 3.560 tonnellate, dotate di 6 cannoni da 250 libbre, 2 da 70 e 2 da 40, corazza da 22 cm e velocità di 11 miglia orarie a massimo carico. Il resto della flotta era composto dalle corvette Chacabuco, O’Higgins e Esmeralda e dalle cannoniere Magallanes e Covadonga.
La flotta peruviana basava il suo potere nella fregata blindata Independencia e nel monitor Huascar. La Indipendencia aveva un dislocamento di 2000 tonnellate, corazza da 11,5 cm, 2 cannoni da 150 libbre, 12 da 70, 4 da 32 e 4 da 9, la sua massima velocità era di 11 miglia orarie a pieno carico. il monitor Huascar dislocava 1.745 tonnellate, aveva una corazza di 11,5 cm, 2 cannoni da 300 libbre in una torretta rotante e una velocità di 11 miglia orarie a pieno carico, questa era la nave da combattimento più moderna della marina da guerra peruviana. Completavano la flotta: la corvetta Union, la cannoniera Pilcomayo e le due monitor fluviali Atahualpa e Manco Capac. La Bolivia non aveva navi da guerra.
Il porto peruviano di Iquique fu bloccato dalla marina cilena. Nella battaglia navale di Iquique, il 21 maggio 1879 il monitor Huascar, comandato dal Capitano di vascello Miguel Grau Seminario, affondò la corvetta cilena Esmeralda, sotto il comando del capitano di fregata Arturo Prat, che, morendo nella battaglia, sarà considerato il più grande eroe della marina cilena. Nello stesso giorno, la fregata Independencia, ammiraglia della marina peruviana, si scontrò con la goletta Covadonga, comandata dal capitano di corvetta Carlos Condell de la Haza, che la spinse in zone con bassi fondali facendola incagliare a Punta Gruesa. I fatti accaduti quel giorno a Iquique e Punta Gruesa segnarono profondamente l’opinione pubblica di entrambi i paesi. I combattimenti di Iquique e Punta Gruesa portarono ad una vittoria tattica del Perù: il blocco navale del porto di Iquique fu tolto e le navi cilene furono affondate o abbandonate. Per contro però la vittoria richiese un altissimo costo strategico; nella battaglia di Punta Gruesa la marina da guerra del Perù registrò la perdita di una fregata blindata da 2000 tonnellate nel vano tentativo di catturare una nave in legno di 630 tonnellate. La perdita della fregata da battaglia Independencia rappresentò un danno irreparabile per la flotta peruviana.Data l’inferiorità navale, il comandante della Huascar tenne in scacco tutta la flotta cilena per sei mesi. Tra le più importanti missioni della Huascar sono da segnalare: la prima battaglia navale di Antofagasta (26 maggio 1879) e la seconda battaglia navale di Antofagasta (28 agosto 1879). Il risultato più significativo fu la cattura del vaporetto Rimac, il 23 luglio 1879. In questa azione Grau Seminario non solo catturò l’imbarcazione, ma fece prigioniero l’intero reggimento di cavalleria Carabineros de Yungay, che si trovava a bordo. Questo fatto causò una crisi nel governo cileno, che portò alle dimissioni dell’ammiraglio Juan Williams Rebolledo. Dopo la rinuncia di Williams, il comando della flotta cilena fu assegnato al commodoro Galvarino Rivieros Cardenas, il quale diede priorità alla caccia al Huascar.
La battaglia decisiva avvenne a Punta Angamos, davanti alle coste boliviane, dove la Huascar venne finalmente catturata, nonostante il vano tentativo di affondarla da parte del suo equipaggio, l’8 ottobre 1879. Nella battaglia morì il suo comandante Miguel Grau Seminario, che diventerà un eroe nazionale di Perù e Bolivia. La battaglia navale di Angamos segna la fine della campagna marittima della Guerra del Pacifico.
Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Annunci
Annunci
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: