Annunci

L’aggressore dei cantuné in vico Mele è davvero un calciatore e non ha precedenti penali. Sarà solo denunciato

È davvero un calciatore, come aveva affermato sin da subito, il ragazzo fermato dalla polizia municipale perché ha dato in escandescenze, oggi, al momento dei controlli della Municipale in vico Mele e che ha mandato all’ospedale 3 agenti. È arrivato in Italia quando era ancora minorenne e ha militato in alcune squadre liguri, riprendendo l’attività interrotta al momento in cui ha deciso di venire nel nostro paese. Non ha precedenti penali, ha i documenti in regola. Per questo sarà solo denunciato per rifiuto di generalità e resistenza a pubblico ufficiale e non arrestato. Il ragazzo, del 1995, viene dal Gambia e ha giocato nel campionato di Promozione. Di quanto è successo s’è immediatamente preoccupato il suo agente, che ha ripetutamente chiamato per avere notizie. Non appena giunto in Questura, il ragazzo si è subito calmato ed è risultato, finalmente, collaborativo. Forse per effetto dello svanire delle sostanze stupefacenti che è stato visto fumare.
In Italia, il giovane era arrivato anni fa, quando era ancora minorenne, col più comune e terribile dei mezzi: il barcone. Poi è stato ospitato in una comunità per minori. Ora fa l’aiuto cuoco e, appunto, il centrocampista.
Resta da capire, ora, perché un “bravo ragazzo”, stimato e apprezzato da tutti, sia finito in vico Mele a pisciare in mezzo alla strada, esattamente come fanno molti degli stranieri presenti in quell’area. Un comportamento che sta esasperando i residenti. Tra i centroafricani che hanno eletto vico Mele a luogo d’incontro ci sono richiedenti asilo e persone stabili da tempo nel nostro paese, gente che ha un lavoro e altra che spaccia. Il minimo comun denominatore è composto da due fattori: l’essere arrivati in Italia per sopravvivere e l’incontrarsi tra quei palazzi della città vecchia, regno incontrastato delle prostitute, che la gente del quartiere sta cercando di salvare e rilanciare, anche coinvolgendo gli stranieri in progetti comuni, dalle cene di quartiere alle iniziative che vogliono trascinare la zona al decoro

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: