Annunci

Gli organizzatori lanciano un appello alla partecipazione al pride del 1º luglio

<Dopo il risultato del primo turno delle amministrative crediamo vi siano ragioni in più per aderire e partecipare numerose/i al Liguria Pride. Al di là dell’esito del ballottaggio, dovremo tutti e tutte ripartire per ricucire tessuto sociale, rappresentanza e responsabilità: una bella manifestazione è quello che ci vuole. Ecco cosa scrievvamo una settimana fa> lo dicono gli organizzatori del pride.
<
Ora queste elezioni si sono concluse e ci lasciano tante emozioni contrastanti, dentro noi stesse/i oltre che tra noi: proviamo ad esprimerle ed ascoltarle uscendo di casa, fuori dal mondo virtuale dei social, scendendo nella piazza accogliente del Pride, perché si possano trasformare in energia positiva, in testimonianza di valori e progettualità, in forza di cambiamento nel segno della giustizia, dell’eguaglianza, della convivenza pacifica delle differenze – proseguono -. Con i modi, gli slogan ed i linguaggi di questa campagna elettorale si sono sdoganati gli umori viscerali della crisi, che covavano tra le ceneri di un tessuto sociale frammentato, minacciato dalla continua perdita di diritti, welfare, lavoro che è anche perdita di senso e identità. Occorre cercare di capire come agire senza indulgere in reazioni distruttive. Per questo rivolgiamo un appello a mostrare in strada, il primo luglio, la Genova della solidarietà, dei diritti, dell’accoglienza; la Genova che non ha paura, che costruisce reti tra persone e semina la cultura del rispetto delle differenze. Non intendiamo lasciare soli nessuna giovane lesbica, nessun giovane gay, nessun genitore, nessuna famiglia, nessuna ragazza, nessuna/nessun migrante, oggi più che mai esposti all’arbitrio dell’odio omofobo, misogino e razzista che rischia di non trovare argini nella amministrazione che tra poco si insedierà a Tursi.>

A conclusione della manifestazione, testimoni di eccezione avranno parola assieme ai personaggi che animano lo striscione di apertura, il viceconsole della ambasciata degli Stati Uniti d’America, Rami Shakra e Alba Parietti, <a dimostrazione che il cambiamento attraversa tanti mondi e piani diversi ma uniti dal riconoscimento semplice che i diritti sono indivisibili e appartengono a tutta l’umanità>.

La parata del Pride terminerà con una grande festa sotto il Tendone all’Expò, <una festa di corpi, generi e identità capaci di stare insieme, fuori da ghetti immaginari e reali>.

 

Tutti i riferimenti per aderire, conoscere e sostenere il Liguria PRIDE sono:

Sito www.liguriapride.it                     Pagina facebook: Coordinamento Liguria Rainbow

email: coordinamentoliguriarainbow@gmail.com

 

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana
Partita Iva 02485610998
Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: