Annunci

Lavori nella macelleria chiusa di via Pre’: materiali di risulta per strada e nei cassonetti. Sanzione della Municipale

Il negozio è stato chiuso qualche settimana fa dalla Asl per motivi igienico-sanitari. Sparito il titolare cinese (tornato in patria da qualche mese e comunque già sanzionato dalla polizia municipale per motivi inerenti la gestione), la famiglia ecuadoriana che ha portato avanti l’attività non ha brillato per particolare rispetto delle leggi e dei regolamenti annonari e igienici, tanto che l’intervento della Asl insieme al reparto Commercio della Pm e al Commissariato Pre’ ha messo fine all’attività.

Ora l’affitto è stato rilevato da un marocchino che ha firmato il contratto d’affitto con i proprietari dei muri. Non ha ancora inviato la comunicazione di inizio attività al Comune (e quindi non è ancora ufficialmente un commerciante), ma a Pre’ fa già parlare di sé. Gli agenti della polizia municipale del centro storico, infatti, ieri mattina lo hanno multato perché, facendo “in proprio” i lavori nel negozio ha gettato per strada e vicino ai cassonetti il materiale di risulta.

I precedenti conduttori hanno lasciato il locale in pessime condizioni, anche strappando pezzi di pavimentazione per portare via alcuni pannelli della cella frigorifera. Questo non è comunque un buon motivo per riempire di materiale di risulta o cassonetti. La polizia municipale ha sanzionato il titolare del contratto d’affitto come privato (l’attività, come si è detto, non è ancora stata formalizzata) che effettua i lavori in proprio e l’uomo dovrà quindi pagare 150 euro di multa oltre a dover smaltire correttamente i rifiuti speciali (ma non pericolosi) che ha cercato di gettare nell’indifferenziata in vico San Cristoforo.

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana
Partita Iva 02485610998
Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: