Annunci

Riapre al pubblico la barberia Giacalone. Lo dice anche “Le Monde”

http://s2.lemde.fr/image/2017/01/04/534×0/5057678_6_ebde_barberia-giacalone_9361f28d4041c66f863654a94becc433.jpg

 

Un servizio dedicato a Genova nell’edizione web del prestigioso quotidiano francese “Le Monde” intitolato <Quand il y a Gênes, y a du plaisir>. Non c’è certo bisogno di tradurlo. È bene, invece, raccontare quel che il giornale d’Oltralpe ha voluto sintetizzare nel sottotitolo: <Sbarazzatasi della sua immagine industriale, il capoluogo ligure mette in luce il suo immenso patrimonio architettonico e artistico senza per questo rinunciare alla propria vitalità>. Insomma, i francesi han capito quel che persino molti genovesi stentano a comprendere: archiviato il capitolo (molto positivo per il lavoro, meno per l’ambiente) dell’industria di Stato, in qualche modo Genova ha saputo fare di necessità virtù, mettendo in luce, appunto, palazzi dei Rolli e musei, oltre che le bellezze dell’intera città vecchia. All’occhio del visitatore straniero, che che ne dicano i genovesi che il mugugno lo hanno del Dna, la città è viva e vitale come non mai. Tra i gioielli che regalano “il piacere” ai turisti ci sono le botteghe storiche, tra le quali, appunto, quella mostrata dall’immagine di copertina del servizio, l’antica barberia art déco Giacalone in vico Capettari, protetta dal Fai, che qualche mese fa aveva dovuto chiudere perché il barbiere aveva gettato la spugna e adesso ha finalmente trovato un nuovo gestore ed è visitabile. È aperta al pubblico dal martedì al sabato dalle 9.30 alle 13 e dalle 14 alle 18.30. Per prenotare il servizio di barberia, invece, si può chiamare il numero 340.3477055.
Insieme a un po’ di suggerimenti a carattere più “commerciale” il servizio di “Le Monde” ricorda via Garibaldi e i musei, i chioschi dei librai di piazza Banchi, ancora più belli di quelli che Parigi ha sulla Senna, l’immancabile Boccadasse, il negozio di panini in Sottoripa “Gran Ristoro”. Torna tra le visite imperdibili alla città quella al cimitero di Staglieno.

Visite onirique du cimetière Staglieno. Gothiques, byzantins, néo-égyptiens ou néoclassiques, les tombeaux de ce cimetière en font l’un des plus beaux au monde. On peut s’y promener et s’y perdre, comme Mark Twain ou Hemingway. Objectifs : retrouver la sortie et, non loin de là, la tombe de la famille Appiani, qui apparaît en couverture de Closer, album culte de Joy Division.

Visita onirica del cimitero Staglieno. Gotiche, bizantine, neo-egizie o neoclassiche, le tombe di questo cimitero lo fanno uno tra i più belli al mondo. Si può passeggiare e ci si può perdere, cime Mark Twain o Hemingway. Obiettivo: ritrovare l’uscita e, non lontano da  quella, la tomba della famiglia Appiani che è apparsa nella copertina di “Closer”, l’album-cult dei Joy Division.

 

http://s1.lemde.fr/image/2017/01/04/534×0/5057675_6_554b_le-cimetiere-staglieno_41bf192a33ebccb429223710cd29a46f.jpg

(Le foto sono alcune di quelle pubblicate sul sito di “Le Monde”)

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

Annunci
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: