Annunci

San lavandino

Allora oggi è il giorno degli innamorati, anche fra i cornuti e i mazziati, ed è naturale che sboccino gli amori. Quelli parenti dei parenti serpenti e delle notti dei lunghi coltelli. Matteo Renzi dice che si può arrivare anche a fine legislatura ma sa benissimo che più avanti si va e più il suo ipotetico 40 per cento va erodendosi. Pare pacificazione, ma pacificazione non è. Mentre Pier Luigi Bersani, da parte sua, occhiali sul naso, continua a parlare con gli stessi toni dello smacchiatore di leopardi della sua ditta. Ed è’ tutta una lotta all’ultimo tapiro.

regazzoni

Ma a Genova nei confronti della sinistra e del Pd è tutta una dichiarazione di amore, parafrasando il libro “Ti amo” che l’autore il popfilosofo, professore a contratto di filosofia, autocandidato sindaco e autoconvocato alle primarie Simone Regazzoni, presenterà nel pomeriggio, pur essendo già in vendita da più di una settimana. Il business non accetta sentimentalismi, ha le sue regole.

simone-leoncini

Amore di sacrificio quello di Simone Leoncini, presidente di municipio che si autocandida per spirito di servizio nell’area progressista. Amore per la poltrona quello del sindaco Marco Doria che in un moto di sussiegosa dignità non si dimette per evitare ai genovesi – improvvisamente ci accorgiamo anche noi che Lui pensa anche a noi – tariffe tari da capogiro. Amore per i Guinness, di esibizioni da palco e di autocompiacimento onanistico, quello del già citato Regazzoni che da mesi e mesi senza denunciare principi di affaticamento è in trincea.

burlando

Amore per i caminetti quelli di Mario Margini, che al caldo – visto che è anziano – e in penombra – visto che da tempo il velo e’ sollevato – si appresta a dirigere le grandi manovre delle truppe più o meno cammellate. Amore per i funghi, quello di Claudio Burlando, cercatore indomito di miceti. Solo che qualcuno dubita che oltre ai suoi consigli dispensi anche funghi velenosi. Capaci di provocare mal di pancia prima al presidente della fondazione palazzo Ducale, il refrattario Luca Borzani, e un domani, chissà al professor Lorenzo Cuocolo, rappresentante della società civile, innamorato delle ripetute proposte indecenti. Come una cortigiana che accetta volentieri la corte in attesa di vincere qualunque ritrosia.

luca-borzani

Amore per il temporeggiare quello del principe della cultura Luca Borzani, che sulla proposta indecente sta ancora tergiversando. Tanto che qualcuno dice che la stessa proposta si sia trasformata in un bacio di morte. Rafforzando il concetto che per troppo amore, per se stessi, a volte si può anche morire. Amore per la fotografia a mezzo busto per l’assessore Emanuele Piazza.

Emanuele piazza

Anche lui in attesa di una scelta che tarda a venire. Intanto flirta con Regazzoni. Proponendogli di sfogliare la margherita che ad ogni petalo alterna la voce di sindaco e quella di vicesindaco.

arata

Amore per la ribalta quello di Emanuela Arata, l’ideatrice del festival della scienza messa anticipatamente in pensione, in cerca di rivincite sul marchesino Doria che, appunto, l’ha messa alla porta senza troppe spiegazioni. Anche lei, a priori, si dice innamorata dello spirito di servizio.

img_4786-1

E infine amore per l’anonimato e per l’invisibilità del segretario provinciale del Pd Alessandro Terrile, che non solo stenta a decidere perfino fra primarie e non, ma nemmeno si paventa. Anzi se si pevanta, come ha fatto l’ultima volta con la dichiarazione ai renziani, crea danni superiori al tacer. Amore che somiglia tanto a lavarsi un po’ la coscienza per una città amata che rimira perplessa l’ombelico della sua disgregazione. Amore che al di là del giorno e dei proclami finisce per sgorgare senza frutto nel buco di un lavandino.

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: