Annunci
Le ultime notizie

Mercato del Pesce a Ca’ de Pitta, è subito fallimento. Code di furgoni. Protesta dei dettaglianti

whatsapp-image-2017-01-24-at-08-17-17
Cinquanta posti all’interno di ca’ de Pitta, 170 veicoli in coda fuori già alle 4,45: la carenza di posti davanti al nuovo mercato del pesce, come era immaginabile, ha dimostrato subito il proprio limite. Attualmente la coda arriva in piazzale Parenzo (direzione monte) e a alla Sciorba (direzione mare). I dettaglianti sono imbestialiti e chiedono una soluzione provvisoria ed efficace e chiedono subito una soluzione che gli permetta di lavorare. Nella nottata dal Comune era arrivata la proposta, giudicata assurda, di entrare a scaglione vhe ha generato la protesta di tutti. Chi entra prima degli altri sceglie la merce migliore e in questo modo sarebbe stato vanificato il senso stesso del mercato.
Sul posto già dalle prime ore della notte gli agenti di polizia municipale del IV Distretto, alla presa coi commercianti inferociti.
Alle 5.45 permaneva il blocco stradale. Via Adamoli in direzione monte si poteva percorrere su una sola corsia a causa degli automezzi dei dettaglianti in coda e òa coda degli autocarri arrivava (direzione mare) fin oltre piazzale Bligny.
Ma dove stavano tutti questi furgoni in piazza Cavour? Cosa è successo? Innanzitutto è martedì, il giorno che segue la pausa nelle vendite, quello in cui arriva il maggior numero di dettaglianti e titolari di ristoranti ad approvigionarsi. Insomma, il giorno meno adatto all’avvio di un’attività non ancora testata. Oggi, tra l’altro, c’è consiglio comunale e la protesta si potrebbe trasferire direttamente lì.
Il fatto è che il piazzale dell’ex macello della Valbisagno non è infinito (come non lo era l’area a Cavour, ben inteso) e quando arrivano i bilici che riforniscono il mercato, per girare hanno bisogno di spazio. Il mercato di Cavour, affacciandosi direttamente sulla viabilità ordinaria, poteva beneficiare di quella per le manovre. Essendo un piazzale chiuso, quello di Ca’ de Pitta può essere usato solo in alternativa: o i bilici e i mezzi dei grossisti o quelli dei dettaglianti.
Certo, i commercianti si erano presentati agguerriti all’appuntamento. Hannond eciso subito di sospendere la vendita: una sorta di sciopero, per ottenere di accedere anche da piazzale Bligny e non solo da via Adamoli come oggi accade.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: