Annunci

Ittico, i grossisti: “O si trova l’accordo o noi non venderemo per solidarietà”


I grossisti di del mercato ittico hanno deciso che domani, come è successo oggi,  non venderano e terranno chiuse le proprie aziende in solidarietà coi dettaglianti se non verrà trovata nel corso della riunione in Camera di Commercio una soluzione al problema dei parcheggi per i commercianti a Ca’ de Pitta dove il mercato ittico si è trasferito da questa mattina. Lo ha annunciato ai dettaglianti proprio ora uno dei grossisti mentre in via Garibaldi continua il presidio dei commercianti che hanno chiuso i propri negozi e hanno deciso di venire a sostenere i loro rappresentanti. I negozi sono chiusi in tutta la città. Sono pochi i venditori che hanno aperto le saracinesche e che vendono comunque prodotto in rimanenza perché questa mattina appunto i grossisti non hanno venduto.

Il sindaco Marco Doria ha riferito in consiglio comunale. Ha detto che in piazza, Cavour dove il mercato è rimasto aperto fino alla scorsa settimana, non c’erano (se non in doppia fila) tutti i posti che attualmente i dettaglianti chiedono, lasciando intendere che la proposta sarebbe pretestuosa. La sua idea è quella di creare un posteggio su una corsia di via Adamoli e di fare entrare i dettaglianti a rotazione ma i commercianti non sono disposti ad accettare questa ipotesi che non garantisce uguale trattamento a tutti. A questo punto si sta cercando un accordo. Grossisti e dettaglianti vogliono assolutamente che venga abbattuto il muro che impedisce di entrare e uscire in doppio senso di marcia da entrambi i lati della struttura di Ca’ de Pitta. Se domani non sarà possibile lavorare in questa maniera sarà ancora sciopero. Oggi i venditori di pesce hanno deciso di venire in via Garibaldi a piedi per non dare disagio alla popolazione ricordando che tutti i lavoratori e i cittadini hanno il diritto di potersi spostare. Tuttavia se la soluzione non si troverà è anche possibile una protesta più decisa con un corteo di mezzi che normalmente trasportano il pesce. Un gruppo di lavoratori più agitati, in netta polemica con l’amministrazione, suggerisce di bloccare la sopraelevata come già accadde nei mesi scorsi.

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: