Annunci

Addio Salone Nautico, i grandi cantieri di Nautica Italiana traslocano in Versilia dall’11 al 14 maggio

di Monica Di Carlo

Lo avevano detto e lo hanno fatto: i grandi cantieri e le aziende di Nautica Italiana, l’associazione che ormai raccoglie la maggior parte dei grandi marchi del settore, si spostano in Versilia dove, dall’11 al 14 maggio si terrà il primo “Versilia Yachting Rendez-Vous”.
<Con il nuovo evento internazionale dedicato ai prodotti e alla produzione d’eccellenza nautica, si concretizza il palinsesto di eventi fortemente voluto da Nautica Italiana> dicono all’associazione spiegando che, come era stato annunciato, l’evento sarò organizzato da Fiera Milano con il Distretto Tecnologico per la Nautica e la Portualità Toscana e di Regione Toscana. Genova perde quindi definitivamente l’occasione di organizzare un Salone Nautico che veda, come una volta, a esporre tutte le imprese del settore e, in particolare, perde la possibilità di essere il punto di riferimento di imprese come Arcadia, Baglietto, Benetti, Cantieri delle Marche, Cantieri di Pisa, Ccn, Crn, CustomLine, DLYacht Dreamliner, Mondomarine, Perini, Picchiotti, Riva, Vsy, cioè la quasi totalità di costruttori di gradi yacht, navi di lusso a vela e a motore. Un nome per tutti: Perini è l’azienda che ha costruito il Falcone Maltese che i genovesi ricorderanno grande protagonista di uno dei Saloni Nautici “vecchia maniera” quelli che riempivano la città e che vedevano soggiornare negli hotel genovesi emiri e magnati russi, prima della grande crisi mondiale.

falcone-maltese

Nautica Italiana è un’associazione autonoma, ma affiliata a Fondazione Altagamma <nella quale trova un prezioso alleato per creare sinergie con altri comparti di eccellenza>.
Insieme ai cantieri dei mega yacht, ci sono i marchi delle imbarcazioni a motore di tutto rispetto: Anvera, Apreamare, Azimut, Cantieri di Sarnico, Cnm, Ferretti Yachts, Colombo, Itama, Kifaru, Maori, Mochi Ctaft, Pershing, Salpa e Tecnorib. Ci sono poi i costruttori di barche a vela Comar e Vismara oltre alle imprese di refit nautico, Alfa servizi nautici, Amico Loano, Lusben, Maltese, Tecnopool, Super Yach e, ciliegina sulla torta, il genovese Amico & Co.
amico
Iscritte anche diverse aziende di accessoristica e diverse imprese di servizi e marina, tra le quali Pesto, Marina Genova Resort, Marina di Varazze e Marina di Portofino.

<Il Versilia Yachting Rendez-vous nasce per dare nuovo risalto alle potenzialità dell’industria nautica d’eccellenza, che in Toscana ha un forte insediamento, in cui la progettualità e la tecnologia, unite alla qualità artigianale, si coniugano perfettamente in un territorio, quello toscano, riconosciuto nel mondo per la bellezza, l’arte, l’accoglienza e lo stile di vita italiano> proseguono a Nautica Italiana. Il che la dice lunga su cosa Genova si sia persa a causa della scissione di Ucina che ha visto confluire quasi tutti i maggiori gruppi italiani (a spanne, manca solo San Lorenzo) in Nautica Italiana.  Invano il viceministro del governo Renzi, confermato da Gentiloni, Carlo Calenda aveva avvertito: <Il Salone Nautico di Genova non riceverà un euro l’anno prossimo se non ci sarà l’accordo tra le due associazioni Ucina e Nautica Italia>. Le aziende di Nautica Italiana hanno la forza di organizzare da sole un grande evento capace di richiamare l’intero mercato della Nautica. Sarà in grado Ucina di mettere in piedi da sola (e, a questo punto senza fondi ministeriali) una manifestazione di pari importanza, di pari richiamo, di pari prestigio in un’area fieristica che, la nostra, con un solo padiglione e le sole darsene, magari con il Porto Antico in appoggio? Fiera di Genova Spa, di fatto, non esiste più. Nautica Italiana aveva prospettato un evento composito. Appunto, un salone primaverile “outdoor” dedicato alla media e grande Nautica che si sarebbe insediato a Genova e che prevedeva una serie di eventi collaterali legati tra il Tigullio e a Portofino. Tutto si sposta ora in Versilia dove gli amministratori regionali e locali sono stati certamente più convincenti e accoglienti dei nostri e dove molti dei grandi cantieri hanno sede.

<Sarà un evento nautico di respiro internazionale – dicono a Nautica Italiana -, che esprima l’alto di gamma della nautica mondiale, glamour e con un innovativo format trasversale che coinvolgerà il territorio e valorizzerà il meglio del Made in Italy non solo nautico>.

È questo, in sintesi, il primo Versilia Yachting Rendez-vous, che si svolgerà dall’11 al 14 maggio 2017 a Viareggio, con un ricco programma di eventi nelle più rinomate località della Versilia, quali Pietrasanta e Forte dei Marmi.

L’evento, ideato e fortemente voluto da Nautica Italiana, vedrà impegnata nell’organizzazione Fiera Milano e potrà inoltra contare sulla collaborazione, sul campo, del Distretto Tecnologico per la Nautica e la Portualità Toscana, di Regione Toscana, del Comune di Viareggio, dei Comuni della Versilia e di altri soggetti locali, con l’intento di coinvolgere tutto il comparto e le associazioni di settore nazionali ed internazionali.

Fondazione Altagamma, a cui Nautica Italiana è affiliata, sarà coinvolta nella costruzione del programma e degli eventi collaterali in qualità di organismo rappresentativo dell’alta industria culturale e creativa del Paese.

Fiera Milano, con il coinvolgimento operativo del Distretto, si occuperà di tutte quelle attività necessarie all’organizzazione dell’iniziativa negli specchi d’acqua del porto di Viareggio. Dal commerciale, alla promozione e marketing dell’evento. La società espositiva milanese, che vanta un’assoluta esperienza nell’organizzazione e nella gestione dei grandi eventi fieristici, sarà l’interfaccia operativa degli espositori, assistendoli a 360 gradi nello svolgimento di tutte le azioni necessarie alla loro presenza al Versilia Yachting Rendez-vous.

Il progetto e il programma del Versilia Yachting Rendez-vous verrà presentato da organizzatori e promotori nel corso di una conferenza stampa che sarà annunciata nei prossimi giorni.

 

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: