Annunci
Le ultime notizie

Campi nomadi, i regolari sono passati da 2 a 1, gli irregolari da 14 a 2. Presto gli sgomberi

Cinque anni fa a Genova c’erano 2 campi nomadi regolari e 14 irregolari. Oggi ce n’è uno regolare (dov’è in corso l’installazione dei contatori elettrici e dell’acqua perché ogni utilizzatore paghi la propria utenza) e 2 irregolari, per i quali è prevista la chiusura <in tempi brevissimi>: questa la fotografia della situazione scattata dall’assessore alla Legalità Elena Fiorini in risposta all’interpellanza di Cristina Lodi (Pd) che ha chiesto in consiglio comunale un bilancio dell’attività della giunta su questo tema, ricordando che i due abusivi rimasti si trovano in via dei Muratori a Cornigliano e nella parte alta della Valpolcevera, <abbastanza vicino – ha detto Lodi – al campo autorizzato, in una zona dove esiste una criticità di cui si è già discusso, perché è troppo vicino al fiume>.
<Quella che abbiamo portato avanti – ha risposto Fiorini – è un’attività complessa che stiamo cercando di affrontare in tempi stretti, anche se non si è mai abbastanza veloci.Elena: attività complessa che stiamo cercando di perseguire conde visione, anche se non si è mai abbastanza veloci>. La chiusura del campo in Valbisagno, che presentava diverse criticità sia per la zona, sia per gli occupanti, è stato chiuso <con un percorso di inserimento delle persone che lo occupavano> ha detto l’assessore.
I campi abusivi sono stati chiusi uno ad uno, intervenendo prima sulle situazioni che presentavano maggiori criticità, come il fatto di essere collocati in zone franose. Le chiusure sono state effettuate tutte, ha spiegato Fiorini, in modo da risolvere il problema definitivamente e monitorando che il processo rispettasse le regole della civile convivenza. <Le chiusure – ha detto – sono vere, non di facciata. Fino ad ora tutte sono andate a buon fine. Ne è l’esempio la fascia di rispetto di Pra’, che non ha più visto alcun insediamento>.
I due campi abusivi rimasti saranno chiusi <In tempi brevi – ha annunciato l’assessore -. Abbiamo già chiesto al Prefetto in sede di comitato per l’ordine e la sicurezza la collaborazione delle forze di polizia, giacché si tratta un terreno privato, di proprietà della Società per Cornigliano con la quale stiamo collaborando per il riassetto della zona>.
Per il campo abusivo di Bolzaneto prevediamo di intervenire in un momento successivo. Abbiamo in atto un percorso che porti al riutilizzo delle aree una volta che sarà effettuato lo sgombero. Bisogna che quelle aree diventino produttive> e in questo modo si eviti il reinsediamento.
<Il percorso fatto – ha concluso Fiorini – è stato svolto coinvolgendo il coordinamento municipale per la sicurezza urbana, incontrando i cittadini delle zone interessate. Temo che non si sarà mai sufficientemente rapidi, ma abbiamo lavorato per la città e per i genovesi, ma anche per la dignità delle persone coinvolte dagli sgomberi>.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: