Le ultime notizie

Il Parlamento europeo in città, “Migrazioni in Europa: quali connessioni tra inclusione e sviluppo?”. Due incontri al Ducale

Venerdì 13 gennaio 2017 a Palazzo Ducale, Sala del Minor Consiglio (in piazza Matteotti), due incontri sul tema “Migrazioni in Europa: quali connessioni tra inclusione e sviluppo?” a cura di Osservatorio Balcani e Caucaso – Transeuropa e associazione Januaforum (ingresso libero).

 

Ore 11: per studenti della scuola secondaria di secondo grado e dell’università partecipa l’eurodeputato Brando Benifei

Ore 15: aperto a tutti. Partecipano l’eurodeputato Brando Benifei e il direttore del CeSPI Daniele Frigeri, introduce Alberto Rizzerio (Januaforum) e modera Luisa Chiodi (Osservatorio Balcani e Caucaso – Transeuropa)

transnistria

Il Parlamento Europeo arriva a Genova. Venerdì 13 gennaio la sala del Minor Consiglio di Palazzo Ducale ospita due incontri sul tema “Migrazioni in Europa: quali connessioni tra inclusione e sviluppo?”, organizzati dall’Osservatorio Balcani e Caucaso – Transeuropa e dall’associazione Januaforum. Sono entrambi a ingresso libero, ma l’appuntamento delle ore 11 è dedicato agli studenti delle scuole medie di secondo grado e dell’università, mentre quello delle 15 è aperto a tutti. Al primo partecipa l’eurodeputato spezzino Brando Benifei; al secondo lo stesso Benifei con Daniele Frigeri (direttore del CeSPI – Centro Studi Politica Internazionale), Luisa Chiodi (direttrice dell’Osservatorio Balcani e Caucaso – Transeuropa) e Alberto Rizzerio (presidente di Januaforum).

L’iniziativa fa parte del più ampio progetto “Il Parlamento dei diritti” cofinanziato dal Parlamento Europeo in programma in tutta Italia dal 1 ottobre 2016 al 30 giugno 2017 fra dibattiti, incontri, seminari, campagne di informazione, elaborazione di strumenti didattici, premiazione di tesi di laurea a tema.

L’obiettivo è diffondere la conoscenza del Parlamento Europeo, l’unica istituzione dell’Unione direttamente eletta dai cittadini degli Stati membri, quindi la coscienza individuale della propria cittadinanza europea, per arrivare con più consapevolezza alle prossime elezioni (2019) e con lo stesso spirito avvicinarsi alle più imminenti celebrazioni per i 60 anni dei Trattati di Roma, firmati il 25 marzo 1957, momento istitutivo della Comunità europea. La formazione di una solida cultura personale è infatti l’unico strumento che possa condurre ad una scelta libera e consapevole nella pratica democratica del voto. Lo sforzo si concentra dunque in primo luogo sui giovani, nella speranza di stimolare un approccio critico, fornendo spunti forse in grado intercettare un idealismo e un entusiasmo spesso manifestati all’interno dei social media, per offrire l’alternativa di una partecipazione politica volta ad affrontare concretamente i problemi della collettività, senza mai dimenticare la difesa dei diritti fondamentali su cui l’Unione Europea si fonda.

Gli incontri sono concepiti come momenti di scambio di informazioni e punti di vista su tematiche all’ordine del giorno al Parlamento Europeo, dalla gestione del fenomeno dei migranti allo sviluppo di nuove politiche antidiscriminatorie e di integrazione, dalla lotta alla tratta degli esseri umani fino alla difesa della libertà di espressione.

Ogni città si dedica a un tema e propone l’incontro con parlamentari europei. A Genova si parla di migranti con Brando Benifei, membro della Commissione per l’occupazione e gli affari sociali, relatore del rapporto sull’inclusione sociale e l’integrazione dei rifugiati nel mercato del lavoro in Europa approvato al PE. Il tema delle migrazioni viene inserito in un panorama in cui risaltano tanto l’inclusione sociale quanto lo sviluppo economico. A Benifei, di fronte al pubblico più variegato del pomeriggio si aggiungono le voci di Daniele Frigeri, Luisa Chiodi e Alberto Rizzerio, come segnalato.

L’Osservatorio Balcani e Caucaso – Transeuropa ha realizzato uno strumento didattico disponibile on line sul sito www.balcanicaucaso.org rivolto a studenti e associazioni della società civile. Sviluppato in collaborazione con CEJI – A Jewish Contribution to an Inclusive Europe, presenta l’evoluzione delle politiche antidiscriminatorie in Europa evidenziando il ruolo del Parlamento Europeo.

L’Osservatorio Balcani e Caucaso – Transeuropa, fondato nel 2000, ha sede a Rovereto (Trento). Esplora le trasformazioni sociali, politiche e culturali di sei Paesi membri dell’UE (Grecia, Romania, Croazia, Slovenia, Cipro, Bulgaria), dei Paesi candidati e del vicinato. Link www.balcanicaucaso.org

Januaforum è un’associazione di promozione sociale fondata nel 2011 con sede a Genova. Riunisce una quarantina di associazioni impegnate nella solidarietà, nella cooperazione e nelle relazioni internazionali. Link www.januaforum.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: