Annunci

Commissariato di Pre’e Asl chiudono un negozio e ne sanzionano altri. Controlli a tappeto con guardia di finanza e unità cinofile

negozio-chiuso

Un negozio chiuso per motivi igienicosanitari (quello al 181r, nella foto è quello con la tenda) e altri 8 passati al setaccio e sanzionati. Questo il risultato dei controlli a tappeto di giovedì scorso mesi in atto dalla polizia del commissariato di Pré insieme alla Guardia di Finanza e alla Asl a Pre’. In campo anche unità cinofile alla ricerca di eventuali sostanze stupefacenti. È stata la Asl, per competenza, a tirare immediatamente giù per problemi igienico-sanitari la serranda del 181r, negozio gestito da un senegalese che già nel novembre scorso era stato denunciato dai carabinieri perché all’interno c’erano moltissime etichette contraffatte da apporre sui capi da mettere in vendita. Questa è una delle attività sulle quali da tenpo i cittadini del quartiere chiedono di intervenire. Soddisfatto l’Osservatorio di Pre’ Gramsci, che raduna i cittadini della zona. <Ringraziamo la polizia, le fiamme gialle e tutti i soggetti che hanno preso parte all’operazione> dicono gli abitanti dellla zona che, chiusura dopo chiusura (sono ormai parecchie, messe in atto da polizia di Stato, carabinieri e polizia municipale) vedono la strada riacquistare vivibilità. Molti negozi sono infatti il luogo di ritrovo o, addirittura, la base logistica delle organizzazioni del contraffatto e dello spaccio. Giovedì, raccontano i residenti, all’arrivo dei poliziotti e dei militari della guardia di finanza nella strada c’è stato il fuggi fuggi generale. Molti puscher sono stati denunciati negli ultimi mesi e, quando è stato possibile a norma di legge, qualcuno è anche stato arrestato. Pre’ riacquista così vivibilità

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: