Advertisements
Le ultime notizie

Ubriaco, aggredisce e minaccia la moglie. Arrestato

La Polizia di Stato arrestato un 39enne italiano, originario dell’Ecuador, responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia nei confronti della moglie.

Le volanti della Questura sono intervenute ieri sera in soccorso di quest’ultima, una genovese 42enne che, a seguito dell’ennesima aggressione subita dal marito ubriaco, si era rifugiata con le figlie minorenni in casa di una vicina. All’arrivo degli agenti l’uomo stava ancora colpendo la porta dell’abitazione dove la moglie aveva trovato asilo, mostrando da subito un atteggiamento ostile e di sfida. Immediatamente è stato allontanato dagli operatori, che hanno potuto così interloquire con la donna.

La vittima ha raccontato quanto accaduto quella sera quando il marito, rientrato a casa ubriaco, l’aveva aggredita in preda ad un raptus di gelosia, spintonandola, colpendola con dei calci, scaraventandola e trattenendola a terra e minacciandola di morte. Solo le urla delle figlie avevano fatto allentare la presa all’uomo, consentendole di fuggire scalza con le bambine dalla vicina. Anche quest’ultima ha raccontato di aver subito una spinta dall’uomo, uscito sul ballatoio, che aveva inoltre anche provato con una spinta a far cadere la moglie giù per le scale, non riuscendo fortunatamente a farle perdere l’equilibrio. Le donne erano poi riuscite a rifugiarsi in casa fino all’arrivo dei poliziotti.

La 42enne ha inoltre ricostruito in denuncia 7 anni di maltrattamenti subiti dal marito che, anche 2 o 3 volte a settimana, rincasava ubriaco e in preda alla gelosia, la picchiava e minacciava di morte. In molte di queste circostanze l’uomo aveva brandito coltelli o cocci di bottiglia e ogni volta aveva costretto la moglie a rapporti sessuali non consenzienti.

L’arrestato, condotto in Questura per gli atti di rito, è stato altresì denunciato per i reati di violenza sessuale e minacce gravi continuate e tradotto presso la casa circondariale di Marassi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: