Annunci

Senza fissa dimora e stagione invernale, riapre il servizio di convalescenza protetta

Intanto procede il piano “emergenza freddo”: 220 persone in 20 giorni nel centro del monastero sei ss Giacomo e Filippo


Domani riapre il “Servizio di convalescenza protetta” della Fondazione Auxiliumin collaborazione con Caritas Diocesana, ASL 3 Genovese e Istituto Irccs San Martino-Ist.

Attivo fino a marzo presso il Padiglione 10, con il sostegno della Regione Liguria. 

E intanto prosegue l’accoglienza notturna straordinaria dell'”Emergenza Freddo”.

Riapre domani, presso il Padiglione 10 dell’Istituto Irccs San Martino-Ist, il Servizio di Convalescenza Protetta per persone senza dimora, che resterà attivo per tutto il periodo invernale. Il Servizio mette a disposizione 15 posti letto per uomini e donne e accoglie persone che vivono in strada e che necessitano di un periodo di convalescenza a causa di patologie non acute, ma a rischio di peggioramento se esposte al freddo. Nasce dalla collaborazione tra Fondazione Auxilium, Caritas Diocesana, ASL 3 Genovese e Istituto Irccs San Martino-Ist, con il sostegno della Regione Liguria. Già negli scorsi anni il Servizio ha dimostrato la sua rilevanza nell’ambito degli strumenti messi in atto per sottrarre al freddo le persone senza dimora ed evitare il peggioramento, talvolta fatale, delle loro condizioni fisiche, spesso già precarie. 

La possibilità di una convalescenza protetta rappresenta un presidio sanitario e sociale di grande efficacia: con questa struttura l’Istituto Irccs San Martino-Ist può gestire ancora meglio l’afflusso spesso consistente di persone che ricorrono al Pronto Soccorso con affezioni da freddo e che non potrebbero essere ricoverate a lungo, tornando così repentinamente al rischio in strada; la Fondazione Auxilium, al contempo, ha modo di prendersi cura di persone che spesso non si rivolgono ai servizi territoriali e, nel periodo di convalescenza, intessere con loro una prima relazione di fiducia, condizione necessaria all’avvio di qualsiasi percorso di percorso di reinserimento. Il lavoro sociale è svolto tramite gli operatori sociali della Cooperativa Soc. Il Melograno.

L’EMERGENZA FREDDO PROMOSSA DA CARITAS DIOCESANA

Intanto ha preso avvio il 1mo dicembre anche l’emergenza freddo, l’insieme degli interventi promossi da Caritas Diocesana di Genova, sempre in collaborazione con la Fondazione Auxilium, per consentire al maggior numero di persone senza dimora di non dormire in strada nelle notti più fredde. 28 posti letto in più, di cui 4 per donne, allestiti fino a marzo presso il Monastero dei Santi Giacomo e Filippo (via Bozzano 12). Fino ad oggi sono state registrate 225 presenze. La copertura delle notti è resa possibile dall’impegno di molti volontari, tra cui anche gruppi di amici, di colleghi o parrocchiali, che si rendono disponibili per suddividersi una o più settimane: così, ad esempio, già da qualche anno è attivo un gruppo di medici; i seminaristi genovesi si alterneranno nelle notti della settimana di Natale; nel mese di Gennaio e Febbraio copriranno un paio di settimane due gruppi delle parrocchie di Sturla e di San Siro in Centro Storico. Ed altri si stanno aggiungendo. Per informazioni e diventare volontario: Caritas Diocesana di Genova 010-2477015/18, segreteria@caritasgenova.it – 348-4790660.

GIACCONI ALLE PERSONE MIGRANTI PRESSO LA FIERA DEL MARE

Sempre nell’ambito degli interventi contro il freddo, Fondazione Auxilium ha provveduto a raccogliere e consegnare giacconi e altri indumenti invernali a beneficio delle 250 persone migranti ospitate presso la Fiera del Mare e in attesa di essere ricollocate. Un gesto reso possibile dalla buona volontà di singoli e di alcuni gruppi parrocchiali che in questo fine settimana hanno sostenuto questa iniziativa di solidarietà a favore di persone che giungono sprovviste degli indumenti necessari. 

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: