Annunci
Ultime notizie di cronaca

Pinuccia Montanari, l’assessore all’ambiente di SuperMarta entra nella giunta 5 Stelle di Roma

Si chiama Pinuccia Montanari e per lei il ruolo di assessore sta diventando quasi una professione: prima lo è stata a Reggio Emilia, poi, fino al 2012, a Genova dove a sceglierla, in quota Verdi,  al secondo rimpasto della giunta Vincenzi, quello del luglio 2009, fu proprio “la sindaca” che all’epoca veniva appellata Supermarta (oggi alle prese con le vicende giudiziarie legate alle alluvioni) che la sostituì alla dimissionaria Carneade della politica Rosa Zerega. Infine, è notizia di queste ore, Montanari lo diventa a Roma, dove è andata a tamponare l’emorragia di assessori della compagine pentastellata di Virginia Raggi che perde pezzi tra dimissioni e avvisi di garanzia. Nella fattispecie, a portare Montanari nella giunta della capitale è l’avviso di garanzia che ha raggiunto Paola Muraro la quale ha rimesso il proprio mandato nelle mani del sindaco capitolino Raggi. Anche a Genova Montanari era assessore all’Ambiente. Ha partecipato alla Conferenza sull’ambiente di Rio de Janeiro nel 1992, a Rio+10 nella città di Johannesburg nel 2002, alla Conferenza mondiale sui cambiamenti climatici di Parigi del 2015. È presidente dell’Ecoistituto di Reggio Emilia e Genova ed è coordinatrice del Forum per la democrazia ecologica dell’Icef (International court of the environment foundation). I suoi incarichi nella giunta Vincenzi riguardavano il  Piano e Regolamento del Verde, il Coordinamento del Progetto straordinario per la Riqualificazione dei Parchi – Parco Urbano delle Mura e Coordinamento progetti Acquedotto Storico e Avvio Progetto Forti,  le Politiche per il benessere degli animali, l’Agenda 21; Educazione Ambientale – Piano d’azione per il Patto dei Sindaci: definizione del Piano energetico comunale e progetti pilota per la riduzione dei rifiuti, per gli acquisti verdi e per la decrescita dei consumi. È stata promotrice, nel 2010 (con approvazione nel 2011) , del nuovo Regolamento sulla tutela e il benessere degli animali in città che ha rinnovato il vecchio, datato 1992 che ha introdotto il divieto di accattonaggio con l’utilizzo di animali e ha nobilitato la figura delle gattare, riconoscendo loro un ruolo “utile a tutta la comunità”. L’assessore attuale, Italo Porcile, che ha cercato di cambiare il regolamento Montanari, si è trovato davanti l’insormontabile muro di maggioranza e opposizione in consiglio comunale ed è stato costretto a rinunciare.
Meno buoni i risultati ottenuti da Montanari sul tema della raccolta dei rifiuti, con percentuali di racconta differenziata molto al di sotto del preventivato e del necessario e la bomba a orologeria della discarica da chiudere scoppiata dopo il passaggio di consegne tra Vincenzi e l’attuale sindaco Marco Doria quasi contemporaneamente ai presunti caso di corruzione in Amiu. Insomma, sull’igiene urbana Montanari non fu esattamente brillante e risolutiva. Dovrà adesso vedersela con le problematiche della capitale che moltiplicano esponenzialmente le nostre.

Annunci

One thought on “Pinuccia Montanari, l’assessore all’ambiente di SuperMarta entra nella giunta 5 Stelle di Roma”

  1. Casualmente ho riletto ora questo articolo. Volevo precisare che all’epoca della Giunta Vincenzi non avevo competenza sulla raccolta rifiuti. Quindi il giudizio è proprio inventato

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: