Le ultime notizie

Decine di uomini della polizia nella movida. Esercenti entusiasti: “Ora speriamo che continui così”

polizia volante
Tante divise blu assieme nella zona della movida non si erano mai viste. Ieri sera, mentre i carabinieri pasasvano al setaccio via Pre’, i poliziotti facevano la stessa cosa nella zona più turistica della città vecchia, dove si incontrano i giovani la sera. Le forze di polizia (anche grazie a una serie di recenti cambi al vertice di entrambe, oltre che al pressing del Comune e della Prefetto) hanno cambiato passo e adesso stanno riportando l’ordine dove non si vedeva da decenni. Le volanti sono state posteggiare in piazza della Raibetta e a Matteotti e un nugolo di uomini della polizia ha sciamato nella “Rive gauche” della città vecchia controlando documenti, pevevendo e reprimendo lo spaccio che normalmente approfitta della frequentazione della movida per cercare clienti. In borghese anche uomini della squadra antidroga del commissariato Centro.
<Siamo felicissimi – dice Marina Porotto, presidente del Civ delle Erbe e vice presidente della Consulta Civ Ascom -. Stasera è proprio tutto come lo avevamo sognato>. Cioè: l’intera zona presidiata, le aree di potenziale rischio (come piazza San Bernardo) sede dei controlli delle divise blu. <I nostri clienti non se ne sono affatto scandalizzati, anzi – dice sorridendo Porotto, che da tempo combatte la battaglia della sicurezza e della vivibilità del centro storico -, ne erano entusisati. L'”avventore tipo” dei locali del centro storico non ama confondersi con la marea di giovani e giovanissimi, non di rado minorenni, che Ringraziamo le forze di polizia e chiediamo che si continui così. La strada giusta è stata imboccata>.
Letteralmente travolto dalla felicità di vedere finalmente controlli massicci e serrati il ristoratore Maurizio Tavella. <Oggi magari sono serviti quaranta uomini – dice -, perché è difficile metter rimedio a un degrado che dura da lustri> Quando si sarà capito che la città vecchia non è un luogo dove tutto è concesso ne serviranno solo cinque o sei. <Speriamo ora – conclude Tavella – che polizia e carabinieri perseverino e che i continui i controlli utili per allontani spaccio e delinquenza.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: