Le ultime notizie

Artigianato porto sicuro per l’occupazione, ma a Genova c’è il dato più basso

La media regionale:  12,2% del totale dei dipendenti liguri. A Genova non arrivano al 10%. A Imperia si supera l’incidenza del 20% ma a Genova sfiorano appena il 10%
Grasso (Confartigianato): «Artigianato ancora un porto sicuro nel mercato del lavoro»

 

 

Sono 30.900 i lavoratori dipendenti dell’artigianato ligure, distribuiti in 11.425 micro e piccole imprese della regione. È quanto emerge dall’ultima elaborazione dell’Ufficio studi Confartigianato su dati Istat. Essi rappresentano il 41% del totale degli addetti nell’artigianato, un dato inferiore al valore medio nazionale (46,5%), mentre incidono per il 12,2% sul totale dei dipendenti liguri, contro la media italiana dell’11,3%. Questa ultima rilevazione, a livello regionale, vede le Marche in testa con un’incidenza del 21,6%, seguita dal Molise (18,3%) e dall’Umbria (171%).

La maggior parte dei dipendenti artigiani è attiva nel settore della produzione (13.601, il 44% del totale, distribuita su poco più di 4 mila imprese), seguito da quello dei servizi (10.538, il 34,1%, impiegato in 4.427 imprese liguri). Una buona parte lavora nell’edilizia (5.377, il 17,4%, dipendenti distribuiti in 2.529 realtà liguri), mentre 1.384 dipendenti lavorano nei trasporti (pesano per il 4,5% e sono impiegati in 466 imprese).

Una distribuzione che ricalca, parzialmente, quella rilevata a livello nazionale: sul milione e 270 mila dipendenti dell’artigianato italiano, il 54% lavora nella produzione, il 28,1% nei servizi, il 12,9% nell’edilizia e il 4,9% nei trasporti.

«Un esercito di lavoratori attivi soprattutto in quei settori, variegati ed eterogenei, che rappresentano le peculiarità della nostra regione – dice Giancarlo Grasso, presidente di Confartigianato Liguria – I dati dimostrano che, nonostante la crisi, l’artigianato rappresenta ancora un “porto sicuro” per molti: il peso dei dipendenti artigiani liguri sul totale, specie in alcune provincie, risulta superiore alla media nazionale. Auspichiamo che siano numeri destinati a crescere, grazie anche alle misure e agli incentivi messi recentemente in campo dagli amministratori regionali, per esempio la misura Artigiancassa e confidi per l’accesso al credito e il bando che agevola gli investimenti che partirà il 5 dicembre».

Il quadro provinciale vede l’area genovese in testa con 16.306 dipendenti, distribuiti tra 5.781 piccole imprese artigiane. Essi rappresentano il 42,4% del totale degli addetti nell’artigianato provinciale e il 9,9% sul totale dei dipendenti genovesi. A seguire, troviamo Savona con 5.520 dipendenti artigiani, il 36,1% del totale degli addetti del settore e il 15,4% dei dipendenti totali della provincia: sono impiegati in 2.144 piccole imprese artigiane. Alla Spezia si contano 4.863 dipendenti, distribuiti in 1.735 imprese. Rappresentano il 46,1% degli addetti totali dell’artigianato spezzino e il 14,9% di tutti i dipendenti della provincia. Infine, a Imperia, troviamo 4.212 lavoratori dipendenti in 1.765 realtà artigiane. Pesano per il 38% sugli addetti artigiani imperiesi totali e per ben il 20,1% di tutti i dipendenti dell’area provinciale.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: