Le ultime notizie

Melania, che lagna

Ragazzi, ma soprattutto ragazze. Me ne sono fatto un punto d’onore. Rischiavo consapevolmente di diventare pedante con quell’ansia da prestazione tutta tesa sulle ultime news politiche. Tanto ciancia e ciancia, dai e dai, scrivi e parla le notizie sono sempre quelle. In bilico tra il si e il no e chi fa outing sul proprio orientamento diviso fra Renzi e D’Alema, Renzi e Salvini, Renzi e la Meloni. Renzi e quella coalizione improbabile definita dal premier accozzaglia che ha fatto imbestialire gli avversari almeno quanto ci è riuscito Il governatore De Luca per il suo augurio a Rosy Bindi. Povera Rosy, tanto presente nelle fantasie di alcuni nostri uomini politici.

Ma dicevo del punto d’onore. Perché dopo aver consapevolmente e colpevolmente glissato sul commento sbarazzino di Susanna Grenzing – attenta osservatrice delle implicazioni fashion dei nostri politici – sul décolleté nero indossato dalla Giorgia Meloni in occasione della sua visita genovese “Tante le considerazioni per un evento politico di tale portata. Un centrodestra unito e compatto. La Giorgia Meloni politica schietta che raccoglie tanti miei consensi. Non fosse altro per questo décolleté nero. D’altronde siamo donne!”, ho pensato che dovevo assolutamente rifarmi. Almeno per concedere qualche argomento anche alle lettrici del gentil sesso. Stufe, probabilmente, delle mie elucubrazioni sulle fatiche dei candidati sindaci, manco a farlo apposta tutti maschietti, come se stessi parlando delle pagelle post partita dei nostri soliti eroi calciatori. Così, almeno per oggi gossip. Del resto ho trovato consenso anche da parte del mio ispiratore principale il prof. Francesco Santosubito Gastaldi che sulla sua bacheca social ha deciso di voltare prepotentemente pagina concedendo addirittura tre post alla bella Melania, moglie di Donald Trump. E stavolta non tanto per qualche gaffes nelle vesti di first lady, ma perché qualcuna, meglio qualcuno, sesso prepotentemente Alfa, avrebbe osato farle un appunto per le caviglie grosse.
melania
A dire il vero, il Gastaldi è persona seria e qualche ora prima aveva cercato di offrire qualche spunto sociologico mettendo la bella Melania fra le possibili concause della vittoria del Tycoon. Eppero’ qualche amica di fb gli ha subito contestato una caduta  un pelino maschilista. Gastaldi che ama sfottere le piccinerie tipiche del gentil sesso, ma ancor di più le incongruenze dovute a rigida antipatia ideologica, ci ha costruito subito un post. “Pur di contestare Melania Trump devo leggere sulla mia bacheca un tipo che ieri sera ha scritto che ha le caviglie grosse …”. Eppero’ andando  a fondo si scopre appunto che l’autore del commento sugli evidenti difetti della ex modella e’ addirittura un uomo. Tal Mario Lanata con foto del balilla nel suo profilo. Ai miei tempi, di fronte all’elencazione dei difetti di una bella ragazza da parte di qualche gineceo invidioso, si era soliti aggiungere anche le doppie punte. È così anche il prof. Gastaldi, che aveva le migliori intenzioni del mondo nello sfruculiare i suoi amici social su eventuali  significati sociologici di un elettorato che ha preferito la bella modella Melania alla gelida e arcigna politica Hillary, è corso ai ripari. Deviando l’argomento principale. Perciò qualche ora più tardi post sulle caviglie grosse e poi… sugli occhi gelidi, con tanto di articolo di “La Repubblica” che si interrogava sullo sguardo enigmatico suscitando l’avvio dissenso del Gastaldi “La Repubblica. Riuscire a parlare male di questo sguardo … e dell’aspetto di questa donna … come si può essere credibili… poi dicono che i giornali sono in crisi, questa non è discriminazione e ateggiamento sessista? Leggere l’articolo “.
tris
E passando all’articolo “Lo sguardo di Melania Trump sta conquistando i social network. Gli utenti stanno postando tantissime foto della first lady americana tentando di dare una spiegazione alla sua espressione. “Dove ci siamo già visti?”. Ma anche: “Ci conosciamo?”. Oppure: “Non riesco a leggere l’insegna lì in fondo”. Sono solo alcune delle interpretazioni fornite dagli utenti per cercare di decifrare lo sguardo dell’ex modella slovena, che sembra perennemente mettere a fuoco la realtà circostante, disturbata da una luce accecante”. E il post sulle caviglie grosse si è popolato di moltissimi commenti. Da notare che il gentil sesso si è limitato a qualche domanda sulla genuinità delle sue curve alla veneranda età, per una ex modella naturalmente, di 46 anni. Più simpatici i maschietti. Tanto per citare “Il tipo che citi Francesco Gastaldi deve essere figlio o parente stretto di quel signore a cui, alcuni decenni fa, NON piaceva BO DEREK perchè aveva le orecchie piccole!!!!!!!”. Oppure, tanto per gettarla in politica  “Il solito che vede la pagliuzza negli altri e non la trave in se … si puo dire tutto tranne che non sia una bella donna lui sarà abituato alle sciure della festa dell umidità….“. 
 
A questo punto mi sono informato. E dove se non su Oggi?  In copertina foto di Melania Trump con tanto di titolo “Melania Trump, i segreti della top model più potente del mondo. Le 10 cose he non sapete sulla nuova first lady ( ritocchini estetici compresi). Dunque misure un metro e 80, i meglio informati dicono un metro e 76, (97-66-94) e una quarta di reggiseno. Senza rughe , ma i chirurghi estetici americani suggeriscono più di u ritocco, zigomi alti e pieni da impianto, tirati a per gli occhi a mandorla e un generoso passaggio di botox per la fronte liscia. E per finire anche il mistero della laurea, come per Oscar Giannino. Sul suo sito internet compariva “Melania è laureata in architettura all’Università di Lubiana”. La frase però poi è sparita. L’università era stata abbandonata dopo il primo anno. Ecco fatto. È abbastanza per riparlarne per alcuni giorni. Anche perché tutte impegnate con il referendum le nostre politiche di riferimento un po’ latitano. Non più pervenuta la nostra bella ministro della difesa Roberta Pinotti, un po’ in disparte la Venere del Governo Maria Elena Boschi. Negli ultimi giorni a Genova ci siamo dovuti accontentare  del décolleté della Meloni e della pettinatura della povera Beatrice Lorenzin.
Anche se Gastaldi un qualche argomento per parlare di donne in politica lo aveva trovato. Qualche giorno fa aveva invitato i suoi lettori a mettersi in contatto con l’ex civatiana Renata Briano, l’europarlamentare salita agli onori della cronaca per le ricette domenicali. Il messaggio riguardava un presunto difetto grammaticale, probabilmente ripetuto, che inquietava il professore “Avvisate l’europarlamentare genovese del PD Renata Briano: “Qual è” si scrive senza apostrofo, lo insegnano alle elementari”. Ma deve aver trovato pane per i suoi denti “Fantastica l’europarlamentare PD Briano che banna tutti quelli che le muovono critiche”. E meno male che Melania non ci legge. Mi domando che cosa avrebbe dovuto fare lei, allora, di fronte a quel pronipote del Balilla, che ha osato dire che ha le caviglie grosse?
Il Max Turbatore

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: