Le ultime notizie

La Ballata dell’amore cieco di De Andrè tradotta anche in persiano. Tributo di Mani Naimi, musicista nato a Teheran

Si chiama Mani Naimi e ha una grande passione per De Andrè. Tanto da aver tradotto alcune sue canzoni (scritte da lui o tratte dal repertorio di Brassens) in persiano. Sopra “La ballata dell’amore cieco (O delle vanità)”.
Mani Naimi Akbar, nato il 23 luglio 1980 a Teheran, in Iran, sta completando un master in storia del teatro presso l’Università di Firenze, Italia. Quando aveva dieci anni ha iniziato lo studio della musica e della tastiera. Nel 1993, si trasferisce in Italia. A Firenze, dal 1996 al 2002 ha studiato chitarra classica. I suoi musicisti preferiti sono, oltre a Fabrizio De Andrè, Leonard Cohen e Georges Brassens. Delle loro canzoni ha realizzato splendide cover in persiano.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: