Identificata la ragazzina del “rapimento” all’Acquasola

acquasola

È stata una quattordicenne residente nella periferia genovese a tentare di portare via le due bimbe dal parco dell’Acquasola, circostanza denunciata dalle famiglie delle piccole. In realtà, non è nemmeno così. La ragazza stava solo giocando con le piccoline. Come era presumibile, ha una maturità affettiva e cognitiva propria di una bimba più piccola e per questo si era messa a giocare con le piccine di cinque anni. Non voleva portarle via, ha detto. Voleva solo giocare con loro. La ragazzina non era da sola nel parco, ma con la madre dopo una visita a un parente ricoverato al vicino ospedale Galliera. Non era presente alcun padre all’esterno dell’Acquasola ad aspettarla con l’auto. Per adesso la procura dei minori, dove il fatto è stato segnalato, non procederà ad emettere alcun provvedimento. Chiaro che Claudia, la madre di una delle due piccine, si sia spaventata vedendo la giovane che portava via per mano sua figlia e un’altra bambina. L’età mentale della ragazzina, però, non corrisponde al suo fisico. Le famiglie delle due piccine, alla luce della situazione, non hanno ritenuto opportuno denunciarla.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: