Ecco il piano del Comune per le assunzioni nelle partecipate: tutti i numeri previsti

Consentirà di assorbire i lavoratori della Fiera a seguito della liquidazione della società

La Giunta comunale ha approvato nella seduta di questa mattina, su proposta del sindaco Marco Doria e degli assessori alle Partecipate Francesco Miceli e al Personale Isabella Lanzone, il Piano di fabbisogno di personale delle società controllate dal Comune di Genova per l’anno 2016. Il provvedimento è necessario per procedere ad assunzioni presso Amt, Amiu, Asef, Aster, Job Centre, Porto Antico, Spim, Sviluppo Genova, Genova Parcheggi, Farmacie Genovesi, Bagni Marina Genovese.

Il Piano si muove all’interno delle linee guida approvate recentemente dal Consiglio comunale: la prima è l’analisi dell’efficienza organizzativa delle singole aziende che subordina le assunzioni alla sostenibilità finanziaria e all’attivazione di percorsi di efficientamento organizzativo; la seconda è il principio del contenimento del costo del personale per il 2016 rispetto al triennio 2011-2013. Nel corso del 2015 sono state complessivamente 177 le cessazioni di contratti a tempo indeterminato.

Il provvedimento consente, tra l’altro, di ricollocare personale proveniente da Fiera di Genova spa, secondo gli accordi sindacali recentemente stipulati.

Per quanto riguarda Amiu, la delibera autorizza la stabilizzazione di 14 unità, di cui 5 da Fiera e 8 da Quattroerre, società in liquidazione. Inoltre, l’assunzione part time di 32 operatori ecologici e di 3 lavoratori in distacco da Amiu Bonifiche, richiesta da Amiu, sarà subordinata alla definizione delle nuova organizzazione del servizio e all’avvio dei progetti sulla raccolta differenziata che verranno concordati con Palazzo Tursi.

In Amt le assunzioni a tempo indeterminato previste dal Piano sono autorizzate nel limite di 20 unità. Ulteriori 25 lavoratori potranno essere assunti dopo l’attivazione del cosiddetto “Fondino regionale” che consentirà il prepensionamento di diverse unità. Il “Fondino” è previsto dall’accordo sindacale del 13 luglio 2015 e se ne attende il finanziamento dall’Agenzia regionale per il trasporto pubblico.

Per quanto riguarda Aster, la Giunta, dà il via libera a 20 assunzioni (dopo le 6 già autorizzate lo scorso anno). La Giunta nel deliberare questo ulteriore nulla osta, ha ribadito che i nuovi reclutamenti, che avvengano al di fuori della mobilità tra aziende, siano subordinati ad una revisione organizzativa interna finalizzata all’aumento di efficienza.

Sarà consentita l’assunzione in Spim di un’unità proveniente da Fiera, mentre per Asef vengono autorizzate la stabilizzazione di un lavoratore e l’assunzione di un altro per affiancamento al Dirigente Procuratore. Sono previste inoltre tre assunzioni a tempo determinato prioritariamente destinate a personale in esubero da Fiera.

Le assunzioni a tempo determinato in Asef, Bagni Marina e Farmacie non potranno superare il numero fissato per il 2015. Per quanto riguarda Amiu S.p.A, sono autorizzate in riduzione di spesa rispetto all’anno precedente e previa ridefinizione organizzativa della gestione del periodo feriale con limitazione del ricorso all’utilizzo di personale a termine per la sostituzione del personale in ferie.

Per quanto riguarda Job centre, Porto antico, Sviluppo Genova e Genova Parcheggi non sono in programma nuove assunzioni per l’anno 2016.

La Giunta comunale si è impegnata anche a presentare al Consiglio nuove linee di indirizzo in tema di personale delle società partecipate che recepiscano i risultati dell’esperienza del biennio 2015-2016, nonché le nuove disposizioni legislative “Decreto Madia” sul personale delle società partecipate in esame al Parlamento.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: