Annunci
Ultime notizie di cronaca

Vigili e trasferimenti. Il Diccap Sulpm inoltra una segnalazione di discriminazione al Comitato di garanzia

A molti agenti e commissari fu negata la possibilità di passare alle Dogane, ma ora un commissario ha smesso la divisa e si è spostato nella Direzione commercio del Comune

vigili_urbani

di Monica Di Carlo

Molti agenti di polizia municipale volevano spostarsi (come concesso a tutti gli altri dipendenti comunali) all’Agenzia delle Dogane, ma la possibilità è stata negata dall’amministrazione per carenza di personale. A qualcuno, però, è stato permesso di spostarsi bella Direzione commercio di Tursi. Si tratta di un commissario che ha tolto la divisa ed ha traslocato negli uffici amministrativi, migliorando anche la sua posizione lavorativa. Così, il coordinatore regionale del sindacato Diccap Sulpm Claudio Musicò ha indirizzato una segnalazione di <presunta discriminazione> al Comitato unico di garanzia per le pari opportunità del Comune.

<In riferimento ad uno dei compiti fondamentali di questo Comitato, “assenza di ogni forma di discriminazione” – recita la lettera – si riporta quanto già scritto all’assessore al personale Isabella Lanzone, al fine di verificare la presunta discriminazione tra lavoratori. Premesso che nei giorni scorsi abbiamo scoperto per caso che un funzionario della polizia municipale è stato trasferito dalla Direzione polizia municipale alla Direzione Commercio, con la presente siamo a richiedere chiarimenti>.

Musicò ricorda che <nei mesi di ottobre/novembre 2015 sono state pubblicate le sentenze relative alla cause promosse dai Lavoratori della Polizia Municipale proprio per il diniego ricevuto nella richiesta di trasferimento all’Agenzia delle Dogane in quanto l’Amministrazione ha dichiarato che non è possibile concedere la fuoriuscita di tali figure professionali per la seguente motivazione: “le forti criticità emerse in seno agli organici dei relativi profili professionali – tra cui quello di funzionario ndr – che sono stati oggetto, negli ultimi anni, di un forte depauperamento in termini numerici dovuto a numerose cessazioni dal servizio rispetto alle quali non è stato possibile far fronte con nuove assunzioni sia per le forti limitazioni in materia imposte dalla normativa vigente, sia per le difficoltà di bilancio dell’Ente>. Il Diccap ricorda anche che <eventuali richieste di personale all’interno dell’Ente sono precluse agli appartenenti alla Direzione Polizia Municipale con profilo professionale di agente o funzionario di Polizia Municipale> e che <nel caso della richiesta di personale da parte dell’Agenzia delle Dogane, non vi è stata l’impossibilità di partecipare alla selezione ma l’impedimento al trasferimento.>

<Proprio il Giudice, richiamando quanto stabilito in sede di reclamo dal Tribunale di Genova, ordinanza 8 luglio 2015, aggiunge Musicò – ha definito “il rilascio del nulla osta sintomatico di un eccesso di potere perché indice di contraddizione rispetto alla decisione di assumere altri agenti per ridurre i vuoti di organico>.
<Auspichiamo che, almeno questa volta, possiamo ricevere una risposta e vi sia un Suo interessamento per valutare anche eventuali riscontri di eccesso di potere da parte di chi era preposto al controllo e ha deliberatamente consentito di contravvenire a quanto stabilito dalla Giunta – conclude il sindacalista -. Sembra evidente che la possibilità offerta al lavoratore della polizia municipale di migliorare la propria condizione lavorativa e di carriera sia stata negata ad altri e lo sia ancora tuttora. Chiedo, quindi, di essere messo a conoscenza degli esiti di quanto deciderete e delle azioni che vorrete intraprendere>-

Annunci

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: