Festival della scienza, Plinio in odor di nomina nel comitato scientifico. Rossetti: “La politica entra nella kermesse”

Nuova polemica in consiglio regionale sullo statuto rinnovato del Festival della scienza.
A sollevarla è stato il consigliere regionale  del Pd Pippo Rossetti, già assessore al bilancio durante l’ultima giunta presieduta da Claudio Burlando. Proprio Rossetti in consiglio, al momento del voto sul nuovo statuto, aveva sollevato una serie di distinguo che avevano trovato sbocco in una serie di emendamenti. Proposte che aveva dovuto sostenere da solo senza nemmeno ottenere l’appoggio del suo gruppo. È già allora aveva messo in guardia i presenti dal pericolo dell’ingresso della componente politica fra i membri del comitato scientifico. Ieri sono incominciate a  trapelare le prime voci su un possibile ingresso di Gianni Plinio, esponente di Fratelli d’Italia, nell’organismo che oltre a non avere caratteristiche gestionali dovrebbe occuparsi esclusivamente di tracciare le linee scientifiche attraverso cui si svilupperà l’evento è di contattare eventuali personaggi da ospitare nella manifestazione. <Nulla di  personale nei confronti di Gianni Plinio, ma a suo tempo avevo avvertito sui rischi di una simile deriva e sulla politica che poco a poco cercherà di impadronirsi dell’evento con il rischio di uno snaturamento. Lo avevamo detto e alla fine la politica ha fatto capolino, come per magia> ha spiegato Rossetti. Soddisfazione, invece per le nomine nel Cda
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: