Annunci
Ultime notizie di cronaca

Ericsson, non partono le “lettere”

Per il momento non partono le lettere di licenziamento ma la situazione resta difficile. Nei giorni scorsi Ericsson ha comunicato alla Direzione Generale del Ministero del Lavoro e alle Segreterie Nazionali delle organizzazioni sindacali di non aver raggiunto, con la “mobilità non oppositiva”, gli obiettivi di riduzione del personale previsti dal loro piano; contemporaneamente però afferma di rinviare le decisioni “in merito alla luce delle prospettive di mercato” della prima parte del 2016.

 

Questo è il  risultato che le rappresentanze sindacali unitarie e le organizzazioni sindacali si erano fissate e avevano condiviso con i lavoratori nelle assemblee nelle quali sono stati organizzati gli scioperi e le mobilitazioni.

 

“Non significa certo” dicono i sindacati con un comunicato della Cgil “che si sia scongiurata in maniera definitiva e immutabile l’ennesima riduzione del personale con la perdita di professionalità e il depauperamento dell’Azienda che abbiamo sempre denunciato. Anzi, nella stessa comunicazione al Ministero, Ericsson sembra già prospettare la possibilità di ricorrere per la ennesima volta a strumenti di riduzione del personale nel prossimo anno.

In ogni caso quello che abbiamo chiamato “cambio di paradigma”, che sarebbe stato il passare da esodi incentivati con la non opposizione al licenziamento collettivo forzato, non c’è stato”.

 

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: