Movida violenta, il branco lo massacra perché lo crede gay. Sei giovani ricercati

11168919_10153584364629636_2162127891001428362_nLa notizia girava da qualche tempo sui social. È arrivata la conferma e l’inchiesta della magistratura: qualche giorno fa un quarantenne è stato selvaggiamente picchiato sull’autobus mentre tornata a casa, la notte, dopo aver lavorato come barman in un locale del centro storico. Un “branco” di ragazzi molto giovani lo ha circondato e picchiato “accusandolo” di essere gay. Gli aggressori, che hanno picchiato l’uomo anche con delle catene, presumibilmente guinzagli per cani,  sarebbero stati sei e tra loro ci sarebbero anche due ragazze. Sono accusati di tentato omicidio e sono attualmente ricercati. L’aggredito ha dovuto subire anche un intervento alla testa. Accompagnato da un amico che era con lui, era tornato a casa, ma poi si era sentito male. Da tempo in zona piazza Caricamento si segnalava un “branco” di giovanissimi che la notte terrorizzava le persone che arrivavano al capolinea del bus notturno per tornare a Ponente. È stato denunciato per favoreggiamento anche l’autista del bus perché non è intervenuto in difesa dell’uomo nè ha chiamato i soccorsi dopo il pestaggio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: