Renzo Piano insegna a costruire un castello di sabbia

Schermata 2015-07-25 alle 20.16.20(Illustrazione di Son of Alan per “The Guardian”)

Come costruire un castello di sabbia? Lo insegna l’archistar Renzo Piano sulle pagine di “The Guardian”. Intervistato da Rosanna Greenstreet, il celebre architetto, ricordato dal giornale inglese come colui che ha realizzato il grattacielo Shard London Bridge (e poco importa per un media britannico che abbia firmato insieme ad altri architetti il francese Beaubourg, che abbia ricostruito l’area di Potsdamer Platz a Berlino, che abbia progettato la sede del New York Times a New York e l’aeroporto Kansai in Giappone), dà le istruzioni per ricostruire il castello di sabbia perfetto.
<La mia carriera è iniziata quando ero un bambino e ho costruito il mio primo castello di sabbia sulla spiaggia di Genova, dove sono cresciuto> racconta Piano, che spiega anche come fare castelli di sabbia sulle spiagge genovesi sia stato il modo per “formare” la sua fantasia. L’archistar aggiunge che, avendo quattro figli, dei quali il più vecchio ha 50 anni e il più piccolo 16, la sua esperienza è continuamente cresciuta, di castello in castello, di spiaggia in spiaggia, di erede in erede. e specifica che non esiste un’età precisa per gioire della costruzione di un castello di sabbia.
Ecco la tecnica di costruzione secondo uno dei più noti architetti del mondo. Piano spiega che un castello di sabbia è per sua natura effimero, perché non ha senso costruirlo lontano dal mare. Non si riempirebbe d’acqua il fossato. Le stesse acque che lo impreziosiscono, sono però destinate a distruggerlo con la marea.
Bisogna cominciare a costruire con le mani una montagnola dove le onde hanno bagnato la sabbia. La pendenza ideale è di 45 gradi, l’altezza di 60 centimetri e il diametro di 45 centimetri. Il fosso che circonda il castello deve  avere una profondità di 30 centimetri. Bisogna poi aprire il varco tra il fossato e il mare, perché l’acqua possa riempirlo.
<Il momento magico è quando le onde arrivano e il solco diventa un fossato. Se il castello è in una buona posizione, è possibile guardare il riflusso di acqua e scorre per 10 o 15 minuti. Per catturare l’immagine nella memoria in modo rapido, bisogna chiudere gli occhi quando l’acqua entra>. Bisogna infine mettere una bandiera sul castello, perché chi passa lo veda. Quindi andare a casa e non guardarsi indietro. Perché il mare farà il suo lavoro guadagnando di nuovo la spiaggia, ma il castello rimarrà per sempre nella mente di chi lo ha costruito.

Questo è il link all’articolo di “The Guardian” http://www.theguardian.com/lifeandstyle/2015/jul/14/sandcastle-beach-renzo-piano-shard-architect-build

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: