Turati, lettera dei commercianti e degli abitanti

È finito il ramadan e, contemporaneamente, terminano anche i servizi speciali delle forze di polizia sull’area del mercatino di Turati. Antonella Davite, presidente del Civ Sarzano Sant’Agostino e portavoce dei residenti Sarzano e Assest, Darsena e Molo scrive una lettera aperta per scongiurare il trasferimento del mercato abusivo in corso quadrio nel caso gli stranieri dovessero ricominciare a dargli vita.

 

Vorrei ricordare al Sindaco, e alla sua Giunta, le molte riunioni svoltesi tra i Civ, e gli assessori, riunioni interessate alla problematica del mercatino abusivo di Turati e all’eventuale trasferimento in corso Quadrio. Mi preme sottolineare alcuni punti in oggetto. Punti, che non sono stati presi in considerazione dal Sindaco che ha deciso  con una forma antidemocratica che corso Quadrio deve essere la zona dove il mercatino abusivo di Turati verrà spostato, a proposito voglio sottolineare quanto segue.

 La zona di Corso Quadrio, era stata promessa ai cittadini del centro storico, già destinata con delibera comunale a zona parcheggio – delibera datata 2011 – concordata personalmente con l’ex l’assessore al Taffico Simone Farello purtroppo attualmente la zona è delimitata da paletti che impediscono il parcheggio ai cittadini .

Nell’incontro in Consiglio Comunale del 16-05-2015 abbiamo chiesto al Sindaco delucidazioni sul problema con lettera accompagnata da mille firme. La sua risposta è stata non solo è stata evasiva, ma priva di contenuto sia politico ai amministrativo. Anche dopo aver riportato i fatti del 25 e  26, aprile, quando il mercatino abusivo di Turati venne  spostato in Corso Quadrio creando difficoltà alla viabilità, anche perché, venne invasa lacarreggiata dei bus. Le continue manifestazioni e gli ulteriori incontri, con gli assessori interessati

Al problema non hanno dato esito positivo. L’atteggiamento del Sindaco, quello di portare avanti un metodo, certamente non democratico, senza ascoltare i cittadini, manifestando un metodo demagogico idoneo a creare solo conflitto sociale, non garantendo certamente la legalità. Anche perché spostare di 200 metri il mercato abusivo, senza un piano di vera integrazione, è solo presunzione. La necessità di portare una politica pulita, quella attenta alle esigenze della gente dovrebbe essere la base di una amministrazione che si definisce di centrosinistra.

Noi, Civ Sarzano-Sant’ Agostino, abitanti dei quartieri di Sarzano, Centro storico Est (Assest), Darsena e Molo, continueremo la nostra lotta per la legalità credendendo che nel centro storico sia necessario creare percorsi culturali contro ogni forma di degrado (oggi esistente) e incrementando e sostenendo il lavoro. Rinnovo la mia responsabilità, in maniera forte e attiva,,in direzione a favorire di una politica trasparente, pulita e democratica.

Antonella Davite
Presidente del Civ Sarzano Sant Agostino e portavoce dei residenti Sarzano e Assest, Darsena e Molo

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: