Ondata di calore, Allerta 3 del ministero della Salute

caldo_citta_ara_pacis_4-3La Protezione civile del Comune di Genova comunica che il ministero della Salute ha emanato un avviso per calore nella città di Genova.

Per domani, giovedì 16 luglio, e per venerdì 17 luglio è previsto un livello di allerta 3 (ondata di calore, condizioni elevate di rischio persistenti, temperature elevate e condizioni meteorologiche che possono avere effetti negativi sulla salute in particolare su anziani, bambini, persone con malattie croniche). Le temperature previste per domani saranno comprese tra 25-26 e 30-29 gradi (temperatura massima percepita 34 gradi).

Si raccomanda di osservare regole utili a prevenire i rischi. Si deve evitare, per quanto possibile, di uscire nelle ore più calde della giornata, dalle 11 alle 18. Tale comportamento è particolarmente necessario per gli anziani, i bambini e le persone affette da patologie. Si consiglia di bere acqua con regolarità, escludere gli alcolici e le bibite gassate o gelate e consumare pasti leggeri e poco conditi.

È in funzione il numero verde della Regione Liguria per informazioni e assistenza socio-sanitaria 800995988, attivo dal lunedì alla domenica dalle ore 8 alle 20.

Per oggi alle ore 15, in considerazione delle prevista ondata di calore, è stato convocato il Centro Operativo Comunale di Protezione Civile.

Questo spiega Vittorio Scrivo, previsore dell’associazione Limet

Sul Mediterraneo va nuovamente prendendo campo una rovente massa d’aria di stampo continentale/sub-tropicale, foriera di valori termici assolutamente eccezionali per le latitudini in questione.

Ad un flusso di tipo depressionario a N della catena alpina corrisponde un modesto minimo orografico tra la Corsica e la Sardegna, in veloce transito verso S. Sul piano eolico la Liguria seguita quindi ad essere interessata da correnti meridionali che, in un quadro sinottico quale quello attuale, altro non causano se non un acuimento dell’afosità.

La giornata odierna esordisce serena e soleggiata da ponente a levante, ma la presenza di una densa foschia, unita al transito di velature più o meno spesse, preclude agli appassionati di fotografia gli idilli paesaggistici che solo la nostra regione sa regalare. Nel pomeriggio il cielo andrà un poco ripulendosi, mentre nel profondo entroterra farà capolino la consueta ed innocua cumulo-genesi. Pressochè stazionario lo scacchiere termico, all’interno del quale fioccheranno valori massimi al di sopra dei 30°C. Il mare si manterrà calmo, sia sotto-costa che a largo.

Notizie poco confortanti ci giungono dai principali GM (Global Models): il bacino del Mediterraneo, così come buona parte dell’Europa centrale, rimarrà ostaggio del bollente alito nord-africano almeno fino alla fine del corrente mese, senza possibilità alcuna di appello. Non possiamo far altro che ribadire a tutti i nostri lettori la massima prudenza, specie durante le ore centrali del giorno, evitando al minimo le attività fisiche all’aria aperta, e assumendo sufficienti quantitativi d’acqua.

Questo il sito dell’associazione Limet, costantemente aggiornato, per consultare gli aggiornamenti.
http://www.centrometeoligure.com/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: